Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le liti con il Fisco? Vanno online

ROMA Per semplificare e velocizzare i rapporti tra il Fisco e i contribuenti parte il processo tributario telematico: tutti gli atti e i documenti, ad esempio, non dovranno più essere presentati fisicamente allo sportello dell’ufficio segreteria della Commissione tributaria, ma potranno essere depositati «a distanza» per via telematica.
L’iniziativa è stata presentata al ministero dell’Economia che attiverà il progetto per ora in via sperimentale in Toscana e Umbria, ma entro due anni i promotori hanno promesso di estenderlo in modo graduale a tutte le altre Regioni. E già dal 2016 il piano partirà in 5-6 Regioni in più, distribuite equamente tra Nord e Sud.
Entrando nel dettaglio, sarà possibile, attraverso il portale dedicato www.giustiziatributaria.gov.it accedere al sistema informativo della giustizia tributaria (S.I.Gi.T.) per il deposito telematico degli atti e dei documenti processuali. Inoltre, i giudici tributari, i contribuenti, i professionisti e gli enti impositori, previamente registrati, potranno consultare via web, da casa o dai propri uffici, il fascicolo processuale contenente tutti la documentazione del contenzioso che a loro interessa. Con il processo tributario telematico il cittadino avrà, in sostanza, la possibilità di gestire il ricorso a distanza, con effetti positivi anche per quanto riguarda la durata del processo.
In un video messaggio il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha ricordato «come l’Italia negli ultimi due decenni abbia accumulato ostacoli alla crescita, ostacoli che il governo, fin dall’inizio della sua attività, sta cercando di rimuovere attraverso importanti riforme a cominciar da quella costituzionale, ma ce ne sono molte altre, meno famose, volte a modificare procedure, prassi, comportamenti e performance». In questo contesto «l’innovazione digitale è una leva formidabile per amplificare i benefici delle riforme — spiega Padoan —. Noi stiamo utilizzando questa leva anche per tutte le fasi di gestione dei tributi e da oggi l’innovazione riguarda anche la gestione del contenzioso».Da oggi l’innovazione riguarda anche la gestione del contenzioso e con il processo tributario telematico si realizza la piena integrazione fra infrastrutture come l’identità digitale e il sistema dei pagamenti telematici».
Inoltre il processo tributario telematico, secondo i vertici del Tesoro, «porterà benefici a tutti gli attori coinvolti: giudici, commissioni, contribuenti, professionisti, enti impositori, agenti e società di riscossione». Inoltre la gestione del contenzioso «sarà più semplice, meno costosa e più veloce» per cittadini e imprese.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Banche alla verifica degli stress test dopo il Covid. Quante sono le aziende affidate che hanno pos...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo 10 anni passati a riaversi dai traumi della crisi finanziaria 2008 e cinque a tagliare i risch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«È una riforma importante quella di cui stiamo discutendo in questi giorni — dice il neo presid...

Oggi sulla stampa