Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le imprese: liquidità, c’è l’ok Ue ma per i soldi sul conto rischio di tempi lunghi

Il primo scoglio è superato. Ieri la Commissione europea ha approvato il decreto Liquidità per garantire 200 miliardi di prestiti bancari alle imprese: è conforme alle norme sugli aiuti di Stato. Oggi sarà diffuso da Sace il regolamento sulle istruttorie delle banche che quei prestiti erogheranno, lasciando all’Erario una fetta dal 70% al 100% di eventuali perdite. Da lunedì le prime erogazioni, ha annunciato il ministro Gualtieri. Forse ci sarà più correntezza (nel gergo bancario, manica larga) da parte degli istituti: ma i soldi sono loro, come l’onere dei controlli per evitare i reati di riciclaggio e abuso del credito. E mentre in aprile centinaia di banche esamineranno «milioni di domande potenziali» (dice l’Abi), il Parlamento dovrà convertire il decreto in legge, con gli immancabili emendamenti e i debiti correttivi (uno su tutti per evitare che la criminalità si mangi una fetta dei fondi garantiti). Un’agenda che richiederà tempo: almeno tre settimane per gli ottimisti. I pessimisti, tra cui molte voci d’impresa, reclamano iter più snelli per evitare fallimenti a catena, evocando le fulminee garanzie svizzere o tedesche.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

BERLINO — Non solo due tedesche, non solo due donne, ma "due europeiste convinte". La conferenza s...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

BRUXELLES — Con la telefonata ad Emmanuel Macron, ieri pomeriggio Charles Michel ha concluso il pr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il gruppo BancoBpm prova a cedere i crediti del gruppo Statuto. Secondo indiscrezioni, l’i...

Oggi sulla stampa