Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le imprese innovative hanno retto il colpo grazie a nuove iniziative

Le imprese innovative hanno mostrato notevole capacità di adattamento, generando rapidamente anche nuove soluzioni, al cospetto degli effetti della pandemia. Il 63% delle startup high tech italiane ha intrapreso iniziative a supporto dell’emergenza, come per esempio raccolte fondi per donazioni, lancio di nuovi prodotti o servizi, rilascio di soluzioni gratuite.

Sono state censite, complessivamente, 256 iniziative attive per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Peraltro il 30% delle startup high tech ha modificato il proprio modello di business durante la pandemia, principalmente per rispondere a un nuovo bisogno di mercato (72%), per creare nuove fonti di ricavo (44%) o aumentare la propria legittimità con iniziative di impatto sociale e ambientale (34%), solo nel 13% dei casi per pura sopravvivenza. È quanto emerge dalla lettura dei risultati della ricerca degli Osservatori Startup Intelligence e Digital Transformation Academy del Politecnico di Milano presentata al convegno online «L’Innovazione Digitale non va in lockdown: alle imprese cogliere l’effetto startup», secondo cui, seppur non siano mancate le difficoltà, con il 38% delle startup che ha dovuto ridurre le attività, il 46% ha ottenuto nuovi clienti e ha ampliato il proprio network, il 44% ha accelerato lo sviluppo dei prodotti e servizi e ottenuto visibilità sul mercato. E una quota pari al 28% ha anche ampliato il proprio organico per fronteggiare l’incremento di attività emerso durante l’emergenza o si è dotato di nuove competenze.

Peraltro, le imprese manifestano una nuova spinta alla collaborazione con le startup a seguito dell’emergenza sanitaria; fenomeno presente nel 45% delle grandi imprese e nel 15% delle pmi.

Anche nella relazione annuale presentata al parlamento dal ministero dello sviluppo economico sullo stato di attuazione e l’impatto delle policy a sostegno di startup e pmi innovative si sottolinea come l’aumento costante del numero di startup innovative iscritte, ma soprattutto i risultati in termini di nuovi occupati e performance economica, dimostrano che tali realtà hanno gradualmente acquisito nel tessuto industriale nazionale una rilevanza sempre crescente. In particolare, la forza lavoro complessivamente coinvolta nelle startup innovative conta, a fine 2019, circa 62 mila unità, con 16.701 addetti e 44.828 soci.

Rispetto al 2018, le startup innovative impiegano 3.403 persone in più in qualità di addetti, registrando un incremento del 25,6%.

Anche l’analisi della performance economica delle startup innovative mostra segnali incoraggianti, si registra, infatti, un valore aggregato della produzione pari a circa 1,2 miliardi di euro, calcolato sulle 6.913 startup innovative, pari al 63,5% del totale, per cui sono disponibili i dati di bilancio 2018, evidenziando un sensibile incremento rispetto a quelli registrati negli anni precedenti. Considerando solo le imprese che avevano depositato il bilancio anche nel 2017, si osserva come nel corso del biennio il valore aggregato della produzione sia aumentato del 72,5%.

Inoltre, le startup innovative evidenziano un tasso di sopravvivenza molto elevato: oltre l’80% delle aziende innovative costituite prima del 2013, non più iscritte nella sezione speciale del registro per raggiunti limiti d’età, risulta ancora in stato di attività. E a tre anni dalla sua introduzione, la nuova modalità di costituzione digitale e gratuita risulta essere sempre più popolare tra le startup innovative italiane, si contano 2.769 startup create online solo nel 2019. Tale procedura, alternativa alla costituzione con atto pubblico, determina una riduzione significativa delle spese di avvio, stimata in duemila euro per impresa, che si somma alle altre agevolazioni fiscali e amministrative previste dalla normativa.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa