Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le fatture di leasing fuori dallo spesometro

di Giorgio Gavelli e Giovanni Valcarenghi

Si avvicina la scadenza fissata per il primo invio della dichiarazione delle operazioni Iva superiori ai 25mila euro relative al 2010: salvo proroghe, entro il 2 gennaio si dovrà trasmettere il primo «spesometro». I dubbi sono numerosi e le indicazioni fornite non sono esaustive per gestire i casi delle operazioni frazionate, tra loro collegate, o caratterizzate da un corrispettivo periodico, che, pur se inferiori alla soglia, devono essere comunicate. Il ristorante, ad esempio, non dovrebbe segnalare gli acquisti (sotto soglia) di carne abitualmente fatti dal macellaio di fiducia con il quale, tuttavia, non esiste alcun accordo né scritto né verbale. Diversamente, l'impresa edile dovrebbe segnalare gli acquisti sotto soglia fatti dai diversi fornitori dello stesso cantiere, perchè esiste un collegamento di natura oggettiva. Gli stessi fornitori non dovrebbero invece comunicare le operazioni, perchè sotto soglia, e, per ciascuno di essi, prive del «collegamento».
Comunque sia, in attesa dell'eventuale proroga, conviene attrezzarsi per la scadenza, conciliando le indicazioni fornite con le difficoltà di rivisitare le registrazioni del 2010, per consentire ai software di effettuare la selezione. Per comprendere le difficoltà, basti pensare alla gestione delle note di credito emesse nello stesso anno delle fatture che dovrebbero essere legate all'operazione principale, sia per verificare il superamento della soglia, che per esporre correttamente gli importi. Passando al tema delle operazioni escluse dalla comunicazione (a prescindere dall'importo), un dubbio ricorrente riguarda la necessità di comprendere nella comunicazione le fatture ricevute da società di leasing, operazioni che andrebbero considerate nel loro volume annuo, perchè legate a contratti con corrispettivi periodici, per i quali, a scelta del contribuente, si potrebbero compilare tanti singoli righi o un unico rigo cumulativo (risposta n. 4 del documento dell'11 ottobre scorso). Il vero problema, tuttavia, non deriva dalla modalità di inserimento delle fatture di leasing, bensì dal dubbio se esse debbano essere o meno segnalate. Le società di leasing, infatti, sono tenute a inviare, entro il 31 gennaio, tutti i dati relativi ai contratti in essere. Questa loro dichiarazione libera anche le controparti, non tenute a inserire nel loro spesometro le fatture di leasing ricevute? La risposta dovrebbe essere positiva, pur essendo necessario distinguere tra i vari contratti. La comunicazione delle società di leasing è infatti prevista in base all'articolo 7 del Dpr 605/1973, norma evocata dalla circolare 24/E del 30 maggio 2011 come fattispecie di esonero dall'obbligo di comunicazione, perchè rientrante fra le operazioni già note all'Anagrafe tributaria. Il fatto che la circolare citi, fra gli esempi, le utenze di energia elettrica, i contratti di assicurazione, le compravendite immobiliari e non anche i contratti di leasing, dovrebbe dipendere semplicemente dal fatto che all'epoca della pubblicazione (mese di maggio) non erano ancora stati emanati i provvedimenti del 5 agosto 2011 e del 21 novembre 2011, che, nel titolo, richiamano appunto l'articolo 7, dodicesimo comma, del Dpr 605/1973. Discorso a parte meritano le locazioni semplici e i noleggi. Le società concedenti devono comunicare, infatti, solo le operazioni che hanno per oggetto autovetture, caravan, unità da diporto e aeromobili. Dovranno essere segnalati, dunque (se oltre soglia, con riferimento al corrispettivo annuo) i noleggi di macchinari o di beni diversi da questi. Dovranno essere segnalate (sempre se oltre soglia) le operazioni di locazione di beni immobili, tanto dal soggetto concedente che dal l'utilizzatore.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

In anticipo su alcuni aspetti, ad esempio lo smaltimento dei crediti in difficoltà; in ritardo su a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le materie prime – soprattutto l’oro e il petrolio – sono tornate a regalare soddisfazioni all...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Apprezzamento unanime» per i dati di bilancio e conferma del sostegno all'amministratore delegato...

Oggi sulla stampa