Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Per l’e-fattura tre anni in più

Proroga della fatturazione elettronica dal 1° gennaio 2022 e per almeno 3 anni: le Entrate chiedono il permesso a Bruxelles per ottenere un’estensione anche ai forfettari. Per ora la commissione non commenta, ma durante l’audizione in commissione finanze del senato in merito alla riforma dell’Irpef (si veda altro articolo a pagina 30), il direttore generale delle finanze Fabrizia Lapecorella ha espresso la volontà da parte dell’Agenzia di estendere l’obbligo di fatturazione elettronica anche per i contribuenti soggetti al «regime di vantaggio» e al «regime forfettario».

In passato questi soggetti erano esclusi in quanto «l’adempimento sarebbe potuto risultare sproporzionato». Tuttavia, dai dati forniti dall’Agenzia, sembra che «un elevato numero di soggetti che applicano i regimi speciali abbiano aderito volontariamente alla fatturazione elettronica». Vista quindi che «l’incidenza della fatturazione elettronica sui soggetti passivi è risultata contenuta in termini di aumento degli oneri e dei costi amministrativi, l’Italia ha ritenuto di chiedere l’estensione della misura anche ai soggetti che applicano il regime speciale di franchigia Iva delle piccole imprese». L’estensione consentirebbe di «completare sia le finalità anti-evasive sia le finalità di semplificazione, permettendo di avere un quadro completo del fatturato prodotto sul territorio nazionale».

L’Italia ha potuto introdurre un obbligo generalizzato della fatturazione elettronica grazie ad una specifico lasciapassare da parte dell’Ue.

Il provvedimento di autorizzazione è stato concesso con la Decisione di esecuzione (UE) 2018/593 del Consiglio del 16 aprile 2018 (che autorizza l’Italia a introdurre una misura speciale di deroga agli articoli 218 e 232 della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’Iva) per il periodo dal 1° luglio 2018 al 31 dicembre 2021. A partire dal 2022, tale comunicazione avverrà attraverso il Sistema di interscambio (Sdi) e anche i dati di tali operazioni confluiranno nella banca dati delle fatture elettroniche.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa