Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le entrate segnano +0,8% nel primo trimestre 2021

Entrate tributarie in leggero aumento nei primi tre mesi del 2021, con un gettito di 99,683 miliardi e una variazione positiva dello 0,8%, (+803 milioni di euro) rispetto al primo trimestre dell’anno precedente. Variazione positiva delle entrate nel mese di marzo, con un gettito di 32,023 miliardi di euro (+3,723 miliardi di euro), +13,2% rispetto allo stesso mese del 2020, in ragione della fine della sospensione dei versamenti in scadenza nell’ultimo trimestre del 2020. Questi i dati pubblicati ieri dal Mef, che ha sottolineato l’influenza del lockdown, adottato l’11 marzo 2020, sui dati relativi al 2020 e l’effetto dei provvedimenti di sospensione e proroga dei versamenti di tributi erariali sul gettito relativo ai primi tre mesi del 2021. Nel periodo gennaio marzo-2021 le imposte indirette ammontano a 58,086 miliardi di euro, con un incremento di 602 milioni di euro (+1%). In aumento il gettito Irpef (+495 milioni, +1%), l’imposta sostitutiva sui redditi nonchè le ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (+69 milioni di euro, + 3,5%) e le ritenute sugli utili distribuiti dalle persone giuridiche (+121 milioni di euro, +32,5%). In calo del 4,4% (- 47 milioni di euro) il gettito Ires.

Con riferimento alle imposte indirette, nel primo trimestre 2021 esse ammontano a 41,597 miliardi di euro, con un incremento di 201 milioni di euro rispetto al 2020 (+0,5%). Alla variazione positiva ha contribuito l’Iva, con un aumento di 1,965 miliardi di euro (+8%). Andamento negativo per l’imposta sulle assicurazioni (-62 milioni di euro, -15,3%) e l’imposta di bollo (-20 milioni di euro, -1.9%), mentre l’imposta di registro ha evidenziato una crescita del gettito (+96 milioni di euro, +8,8%).

Drastico calo per le entrate relative ai giochi, che, risentono della chiusura della rete fisica da ottobre 2020: nel periodo gennaio-marzo ammontano a 2,637 miliardi di euro, in calo del 19,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-631 milioni di euro).

In forte diminuzione anche le entrate derivanti da attività di accertamento e controllo, che si attestano a 1,783 miliardi di euro, registrando un calo del 31,6% rispetto al primo trimestre 2020 (-823 milioni di euro).

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Nel governo stiamo ancora ragionando.Ci sono Paesi, come quelli del nord Europa, che hanno fissat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’ennesima ripartenza per “l’araba fenice” d’acciaio. Probabilmente l’ultima, l’ultim...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sulla prescrizione, tra Cartabia e Bonafede, un accordo si sta profilando come possibile. Può regg...

Oggi sulla stampa