Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le domande di brevetto online

Le domande di brevetto, marchio e disegno industriale viaggeranno on line. Dal 18 maggio, le imprese che vorranno accedere alle agevolazioni di marchi e brevetti potranno presentare (in una sezione ad hoc ad essi dedicati) le domande direttamente al ministero dello sviluppo economico (http://www.uibm.gov.it/). Questa nuova modalità di deposito telematico, consentirà alle aziende di effettuare la compilazione guidata, assistita e controllata dei moduli online, di provvedere alla quantificazione e al pagamento delle tasse dovute tramite modello F24 e interagire rapidamente con l’amministrazione. In relazione a ciascun deposito telematico ultimato, il sistema informativo rilascia una ricevuta di avvenuta presentazione dello stesso prodotta tramite l’applicativo web. Con decreto del ministero dello sviluppo economico del 24/2/2015 sono stati spostati i termini del nuovo deposito telematico dal 2 febbraio al 18 maggio 2015. Prima di procedere il depositante, dovrà registrarsi attraverso il portale dei servizi on line https://servizionline.uibm.gov.it dell’ufficio italiano marchi e brevetti, per essere identificato e ottenere le credenziali necessarie. La registrazione richiederà la compilazione digitale di un modulo in Pdf , scaricabile direttamente dal portale. Il modulo munito di firma digitale dovrà essere trasmesso utilizzando l’apposito link presente sul sito. Il sistema provvede ad inoltrare una e-mail all’indirizzo indicato nel modulo di domanda, con le istruzioni da seguire per la compilazione della domanda. Dopo aver presentato all’ufficio italiano marchi e brevetti i dati relativi ai pagamenti dei diritti e delle tasse da parte dell’Agenzia delle entrate, verrà trasmessa all’indirizzo email del depositante indicato nella domanda, in relazione a ciascun deposito telematico, una comunicazione indicante la validità del deposito medesimo, in base a quanto previsto dalla normativa vigente. Tale data coinciderà con quella di presentazione nel caso in cui il pagamento dei diritti e delle tasse dovute è effettuato in pari data.

Versamento all’Agenzia delle entrate. Con la risoluzione n. 11/E del 29 gennaio 2015, l’Agenzia delle entrate ha battezzato i codici tributo per effettuare i versamenti, tramite F24 «versamenti con elementi identificativi» o «F24 enti pubblici», dei diritti relativi ai titoli di proprietà industriale e le tasse sulle concessioni governative sui marchi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Francia continua a essere apripista per il riconoscimento economico dei contenuti di informazione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si avvicina il giorno in cui Monte dei Paschi dovrà dire alla vigilanza di Francoforte e al mercato...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sul Recovery Plan non esiste un caso Italia, ma un’interlocuzione molto positiva con la Commissi...

Oggi sulla stampa