Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le crisi aziendali. Corsia veloce per le procedure

L’obiettivo del governo è accelerare le procedure concorsuali, che — come ha detto di recente il viceministro dell’Economia, Enrico Morando, al Corriere della Sera — «è un tema che è connesso con quello della garanzia pubblica sulle cartolarizzazioni che abbiano come sottostante le sofferenze bancarie, perché è chiaro che le sofferenze valgono poco se i tempi di recupero sono lunghi». Attualmente la durata media dei processi civili nei tre gradi di giudizio è di 8 anni e 7 mesi, con 844 giorni per una sentenza di primo grado, 1.061 per l’appello e ben 1.222 giorni per la decisione definitiva della Cassazione, secondo il ministero della Giustizia. Proprio la durata dei processi e la farraginosità del sistema che consente alla banca-creditore di far andare all’asta un bene posto a garanzia (per esempio una casa o un capannone industriale dato in ipoteca) rallentano lo smaltimento delle sofferenze da parte delle banche. Tra le misure che agevolino la valorizzazione dei beni (spesso fortemente svalutati nelle esecuzioni) ci sarebbe la cancellazione dell’imposta di registro per l’acquisto alla aste giudiziarie effettuate entro l’anno a condizione che il bene venga rivenduto entro 24 mesi dall’acquisto. C’è poi sul tavolo dell’esecutivo lo schema di un disegno di legge-delega in materia di diritto fallimentare, sulla base dei lavori della «commissione Rodorf». Lo schema individua diversi profili su cui intervenire, relativi alle procedure di allerta e mediazione, agli accordi di ristrutturazione dei debiti e ai piani attestati di risanamento, ai concordati preventivi, alle liquidazioni giudiziali, fino all’ amministrazione straordinaria. Tra le novità studiate dal governo, il varo di una sorta di «Borsa dei fallimenti» che consenta di acquistare i beni posti in vendita da tutte le procedure concorsuali ed esecutive su un mercato telematico nazionale.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa