Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le borse restano positive

Restano intonate positivamente le borse europee, con piazza Affari che stavolta è risultata la migliore nel continente: il Ftse Mib ha guadagnato l’1,14% a 18.658 punti. Sopra la parità anche Francoforte (+0,69%), Parigi (+0,56%) e Londra (+0,08%). A New York il Dow Jones avanzava dello 0,39% e il Nasdaq dello 0,34%. Lo spread fra Btp decennali e Bund tedeschi è leggermente salito a 124.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici, i prezzi alla produzione in Germania sono stati inferiori alle attese, invariati in marzo su base mensile rispetto al consenso di +0,2%. Negli Stati Uniti le vendite di case esistenti sono cresciute del 5,1% a 5,33 milioni.

L’indice milanese ha beneficiato della performance del settore bancario, in rialzo dopo le prese di profitto di martedì: B.Mps +6,14%, B.Carige +4,88%, Unicredit +4,61%, Ubi B. +3,22%, Mediobanca +3,19%, B.P.E.Romagna +2,95%, Intesa Sanpaolo +1,82%, B.P.Milano +0,86%, B.Popolare +0,08%. In luce Cnh I. (+3,46%), che ha continuato a beneficiare dell’upgrade a buy da parte di Bank of America Merrill Lynch. Su di giri anche Exor (+2,99%) e A2A (+1,82%). In progresso frazionale Ferrari (+0,61% a 39,54 euro): Mediobanca Securities ha mantenuto la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 50 euro.

Ben comprata Tenaris (+1,51% a 12,11 euro), che a detta di Bernstein è uno dei pochi titoli dell’Oil Services che gli investitori dovrebbero avere in portafoglio. Positive anche Saipem (+1,96%) ed Eni (+1,61%). Acquisti su Generali (+0,68% a 13,36 euro).

Hanno invece prevalso le vendite su Moncler (-1,85% a 14,84 euro): JPMorgan ha tagliato il prezzo obiettivo da 21,5 a 20,5 euro (overweight). In calo molti titoli nel comparto del lusso. Su Ynap (-0,5% a 27,66 euro) Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 36,8 euro. Luxottica e S.Ferragamo hanno ceduto rispettivamente lo 0,31% e il 2,52%%.

Sul listino mid cap si segnalano i progressi di De’ Longhi (+1,2%) e Danieli (+4,22%). Riguardo a Piaggio (+6,32%) un analista di una primaria casa d’affari ha affermato che le attuali valutazioni di borsa offrono un buon punto di ingresso sull’azione. In territorio negativo Ovs (-3,94%), che ha pagato l’effetto tecnico dovuto al collocamento di oltre 22 milioni di azioni (circa il 10% del capitale) da parte del principale azionista Coin.

Nei cambi, l’euro ha chiuso in lieve calo a 1,1328 dollari, guadagnando invece qualche punto sullo yen a 123,91. Per le materie prime, continua il rialzo delle quotazioni petrolifere: a Londra il Brent guadagnava 80 centesimi a 44,84 dollari e a New Yok il Wti era scambiato a 41,82 dollari (+74 cent). Le scorte settimanali di greggio negli Usa sono salite di 2,1 milioni di barili a 538,6 milioni, meno delle attese.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa