Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le banche schierate contro la Tobin Tax “Rischi distorsivi e costi in rialzo”

Nuova puntata dello scontro tra politica e mercati. La grande lobby bancaria scrive a ministri e Commissione Ue per mettere in guardia contro l’intesa – possibile entro il 2015 che spiani la strada alla Tobin tax: scelta che «colpirà il mercato dei servizi e distorcerà la concorrenza», «aumenterà i costi di finanziamento per le imprese», «danneggerà seriamente la stabilità finanziaria nell’euro», «aumenterà significativamente la dipendenza dei governi Ue» dai poco affidabili denari extraeuropei. L’hanno messa giù dura i vertici della Federazione bancaria europea (Eacb), e di banche cooperative (Eapb), banche pubbliche, casse di risparmio e minori (Esbg), firmatari del testo. Ma forse soccomberanno, per l’esigenza dei governanti di mandare un segnale politico gradito alle opinioni pubbliche tedesche e francesi. I due leader europei sono alla testa del plotone che comprende Italia, Belgio, Estonia, Grecia, Spagna, Portogallo, Austria, Slovenia, Slovacchia. Solo 11 dei 27 membri; ma tre anni fa Francia e Germania imposero la “cooperazione rafforzata”, che permette decisioni vincolanti con soli 9 voti. Quattro stati già applicano tasse sulle transazioni: Francia, Belgio, Grecia e l’Italia (dal 2013). Proprio la mancanza di un ambito comunitario però rinfocola i detrattori, per le distorsioni che produce chi cerca di fermare il vento globale con il dito locale. Anche l’Europa però sarebbe un’arena piccola per la tassa ideata dal Nobel 1981. Perchè il denaro non ha (più) confini. E perchè è un’Europa divisa: Londra avversa la misura, per interessi di bottega. E sarà un’impresa, per la stessa commissione Juncker che sta avviando lo sciame normativo verso il mercato unico dei capitali e lo sbandiera per allettare il filoeuropeismo di Londra (difatti la Cmu è affidata al britannico Jonathan Hill, Commissario alle finanze), far passare una Tobin Tax che non sia stinta e un compatto mercato unico al traino della City.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un passetto alla volta. Niente di clamoroso, ma abbastanza per arrivare all’11% tondo, dopo una se...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non sempre il vino corrisponde al giudizio del venditore. Ma le cifre che giovedì Mediobanca — co...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rush finale e già scontro sui nomi dei manager che dovranno guidare il Recovery plan e sui progetti...

Oggi sulla stampa