Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le banche cooperative. Holding unica per il riassetto

«Nessuno tocca il credito cooperativo le Bcc sono fuori da questo intervento. Alle BCC chiederemo un progetto di autoriforma». Così il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi il 20 gennaio 2015 presentando il decreto sulle banche popolari. Sembra ieri, ma ne è passata di acqua sotto i ponti, soprattutto quelli che volteggiano sull’Arno, perché la Toscana ritorna insistentemente nel risiko bancario di questi ultimi mesi.
Prima con il fragoroso crac aretino di banca Etruria che ha sollevato un vespaio sul governo e ora la questione sollevata dalle Bcc Made in Toscana. Dal Consiglio dei ministri finito a tarda sera arriva una sentenza interlocutoria che lascia insoddisfatto il mondo delle Bcc. Ma facciamo un passo indietro. Riepiloghiamo. Da gennaio scorso il mondo delle 370 Bcc (terzo gruppo bancario con 21% del credito agli artigiani, 18% del credito agli agricoltori e un mutuo su sei erogato alle famiglie italiane) entra in agitazione per trovare coesione intorno a un progetto unico e concorde.
Dopo molte mediazioni interne si arriva al progetto di autoriforma concordato e piaciuto al Ministero dell’Economia e Bankitalia: capogruppo unica e soglia di 1 miliardo al di sotto della quale scatta l’obbligo di aggregarsi. Ecco che rispunta la Toscana, quattro Banche di credito cooperativo rumoreggiano e aprono la breccia. Trasformare le Banche di credito cooperativo in società per azioni, con la possibilità di portare con se un a quota il patrimonio.
La riforma delle Bcc dovrebbe cercare, nelle intenzioni dell’esecutivo, di tenere insieme da un lato l’aspetto finanziario, dall’altro la vicinanza al territorio. Uno dei punti centrali sarà la soluzione del nodo legato alle cosiddette riserve indivisibili. Che varrebbe circa 20 miliardi di euro.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa