Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Lavoro, sì a ritocchi a costo zero

ROMA – I miglioramenti «senza stravolgimenti» della riforma del mercato del lavoro arrivano e sono quasi tutti sul fronte dei contratti. Come ipotizzato e in parte anticipato alla vigilia dell’incontro del presidente del Consiglio, Mario Monti, con i tre leader di Pdl, Pd e Udc, le limature «senza costi aggiuntivi» dovrebbero passare sulla flessibilità in entrata. Il Pdl chiedeva con insistenza modifiche sui contratti a termine per ridurre il più possibile gli oneri per le imprese. Così sarebbe stata considerata con attenzione l’ipotesi di ripristino dei vecchi termini di interruzione per il rinnovo dei contratti e l’esclusione dei periodi di somministrazione dal massimale dei 36 mesi. In forse fino all’ultimo, poi, l’abolizione del cosiddetto «causalone» p per il primo contratto a termine che non può avere una durata superiore ai sei mesi.
Dato per scontato che sul «nodo» dell’articolo 18 le correzioni ammissibili, a questo punto, sono solo «al margine», tutti i partecipanti al vertice sarebbero pd’accordo sulla «ripulitura» del testo per la parte che amplia i poteri discrezionali del giudice sui licenziamenti disciplinari senza giusta causa, con il riferi m pento alla legge che verrà tolto e sui «criteri di scelta» per i licenziamenti collettivi.
Con il leader dell’Udc, Pier pFerdinando Casini, e il segretario p del Pd, Pierluigi Bersani, su posizioni più morbide nella richiesta di correzione (per esempio, i Democratici non hanno insistito sull’allargamento delle platee di beneficiari degli ammortizzatori, a partire dall’Aspi, per i noti vincoli di finanza pubblica) il Governo avrebbe panche accolto le osservazioni sulle partite Iva. Solo oggi si conosceranno nel dettaglio i contenuti della nuova intesa ma le indicazioni trapelate parlano di un ammorbidimento dell’impianto sanzionatorio, e dei termini che fanno scattare la presunzione di subordinazione del collaboratore che ha un rapporto continuativo con lo stesso datore di lavoro anc h pe se non si tratta di un professionista iscritto a un albo.
Sempre sui contratti in entrata, poi, sarebbe pstata accolta la richiesta sull’esclusione degli stagionali dai vincoli sui contratti a termine mentre non è passata, per i problemi di copertura e di equilibrio complessivo della riforma, la richiesta di ripensamento sul l pe addizionali contributive dell’1,4% introdotta sui contratti a termine.
pDa chiarire, invece, se è passata o meno la richiesta di una modifica delle misure sull’apprendistato: le aziende chiedevano di elevare l’età massima di accesso a questa forma di contratto a causa mista, mentre il Pdl chiedeva il semplice ritorno alla riforma Sacconi con la cancellazione dei vincoli per le nuove assunzioni. Sul tema resta la battuta del ministro del Lavoro che nel pomeriggio, in sede Abi, aveva risposto che tutto si può fare, compreso elevare le età di accesso, a patto di trovare una copertura con la Ragioneria generale dello Stato.
All’incontro, pcui erano presenti , p oltre ai ministri Elsa Fornero e Corrado Passera , p anche Piero Giarda, Filippo Patroni Griffi, Enzo Moavero Milanesi, Paola Severino, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catrical à p e il viceministro all ‘ pEconomia Vittorio Grilli , sarebbe pstato infine confermato l’impegno per un’approvazione in tempi rapidi della riforma in Parlamento. L’esame in commissione p Lavoro, a palazzo Madama, oggi entra nel vivo con il primo dei ptre giorni di esame in sede referente dopo la  sessione delle audizioni. Il termine per gli emendamenti è fissato per martedì prossimo, il 24 aprile, poi si passerà al voto.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa