Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Antitrust bacchetta ancora Poste Italiane

Arriva una nuova “bacchettata“dell’Antitrust a Poste Italiane e ancora una volta per pubblicità ingannevole. A finire sotto accusa in questa occasione è la campagna pubblicitaria “Buono a sapersi” realizzata tra il 6 luglio e l’8 ottobre 2018 per promuovere i buoni fruttiferi e i libretti di risparmio postali emessi da Cdp.
Già a fine 2015 l’Agcm aveva inflitto una multa di 540mila euro alle Poste per la pubblicità ingannevole dei Libretti Smart. Adesso l’authority si limita a far rispettare alle Poste quanto promesso negli spot e negli annunci pubblicitari. In particolare il gruppo guidato da Matteo Del Fante si è impegnato – dopo una trattativa con l’Agcm – a farsi carico dell’imposta di bollo e della ritenuta fiscale sugli interessi dovute sui buoni e sui libretti sottoscritti da 300mila-1,1 milioni di clienti nel trimestre di durata della campagna pubblicitaria. Per l’Antitrust negli spot non veniva chiarito che gli interessi per i buoni venivanoriconosciuti solo passato un primo periodo di tempo e che gli oneri fiscali potevano addirittura determinare un’erosione del capitale investito. Poste inoltre ha l’obbligo di informare con apposita lettera i clienti interessati. In questo casoè proprio il caso di dire: “Buono a sapersi”.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non è stata una valanga di adesioni, ma c’è tempo fino a domani per consegnare le azioni Creval ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un altro passo avanti su Open Fiber, la rete oggi controllata alla pari 50% da Cdp e Enel, per accel...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il «passaggio di luglio» con la fine del blocco dei licenziamenti per le imprese dotate di ammorti...

Oggi sulla stampa