Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Ancot festeggia 30 anni

«Saluto l’Associazione nazionale dei consulenti tributari». Sono state queste le parole pronunciate da Papa Francesco nel corso dell’udienza in Piazza San Pietro. Parole che hanno scaldato il cuore ai tantissimi tributaristi dell’Ancot presenti e che ha di fatto aperto la due giorni di festeggiamenti per il trentennale dell’associazione.

Un altro dei momenti più importanti e stato il convegno sul tema: «Una storia di successo al servizio dei Tributaristi italiani e a tutela dei consumatori», un confronto sull’evoluzione del modo di essere professionista.

Aprendo i lavori, moderati dal giornalista Ignazio Marino, il presidente nazionale dell’Ancot Arvedo Marinelli ha detto: «Aver visto l’approvazione della legge 4/2013 a poche ore dalla conclusione della legislatura è stato quasi un miracolo. Una soddisfazione che condivido con i colleghi per il grande lavoro svolto».

Il convegno è stata anche l’occasione per presentare il libro dal titolo: «1984-2014 Trent’anni di vita associativa» molto ben descritto da parte di Ernesto Carlo Maria Rimoldi, vicepresidente Ancot il quale ha detto: «La sapienza, come ha sottolineato il Papa, accompagna l’uomo per interpretare nella maniera esatta la vita. Un aiuto in tal senso potrebbe arrivare dalla lettura del libro che è un regalo per ricordarci dei tanti passi compiuti insieme narrati grazie all’attenzione per la cronologia degli eventi posta dal nostro presidente Arvedo Marinelli il quale ha saputo evocare e approfondire aspetti della vita associativa rappresentativi di una storia da riscoprire e valorizzare come prezioso patrimonio destinato soprattutto ai giovani.

Un trentennio trascorso a fianco di tutti i tributaristi italiani a difesa dei loro diritti con l’obiettivo del bene comune». Diverse sono state le testimonianze dei rappresentanti delle istituzioni.

Il prof Giovanni Ferranti, preside Scuola superiore economia e finanze, ha ricordato: «Un cammino comune iniziato nel 2008 e che si è concretizzato con un programma formativo molto importante». Gianfrancesco Romeo, dirigente Ministero dello sviluppo economici in merito all’applicazione della legge 4/2013: «Il Ministero sarà per la semplificazione e per la trasparenza e per promuovere standard di qualità nel servizio professionale. In quest’ottica si inserisce l’iscrizione delle associazioni professionali, non riconosciute in albi, nell’elenco reso noto sul sito del Ministero».

Salvatore Lampone, direttore centrale direzione accertamento, ha sottolineato l’importante funzione svolta dai tributaristi come intermediari tra i contribuenti e l’amministrazione finanziaria. Non sono mancate, ovviamente, le testimonianze dei rappresentanti politici e sindacali. Giuseppe Lupoi, ex presidente Colap, ha sottolineato come «l’Ancot è l’associazione che più delle altre ha da sempre, fin dalla sua costituzione, sostenuto il Colap». Emiliana Alessandrucci, presidente Colap, ha parlato del futuro: «Soprattutto del futuro della legge 4/2013. Ora dobbiamo farla funzionare e farla conoscere alle istituzioni».

Maria Fortuna Incostante, deputata del Partito democratico, ha detto: «Per me e stata una grande esperienza conoscere l’Ancot. Mi sono sempre trovata bene con i rappresentanti dell’Ancot per la loro carica di umanità che ha contraddistinto, unitamente alla determinazione nel confronto con le istituzioni, il raggiungimento dell’obiettivo della legge 4/2013».

Renata Polverini, deputata di Forza Italia, ha sottolineato come le forze politiche devono essere sempre attente alle istanze provenienti dal mondo delle professioni. Tra gli altri, hanno partecipato ai lavori del convegno, anche l’ex senatore Udc Amedeo Ciccanti, l’esponente di Forza Italia Maurizio Gasparri, dei Radicali Michele De Lucia, l’onorevole Andrea Ronchi e il relatore della legge Ignazio Abbrignani.

La ricorrenza dei trent’anni dell’Ancot è stata ricordata anche da coloro che hanno vissuto i primi momenti della vita dell’associazione e tra questi uno dei fondatori Stefano Baldinelli il quale ha detto: «All’inizio era dura fare attività sindacale e avviare un confronto con le istituzioni. A tal proposito porto un saluto dell’onorevole Angelo Tiraboschi il quale rivolge un ringraziamento per aver ricordato una ormai lontana attività legislativa alla quale ho dato il mio contributo».

L’Ancot continuerà nella battaglia per il riconoscimento dei diritti previdenziali dei tributaristi e a tal proposito particolarmente apprezzato è stato il proposito che è suonato anche da monito ai tanti politici presenti, formulato da Dino Agostini, segretario generale dell’Ancot: «Noi continueremo la nostra battaglia per il riconoscimento di un trattamento previdenziale equo e alla pari degli altri professionisti».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con una valutazione pari a tre volte i ricavi, ossia di 1,5 miliardi di euro, Cedacri sta per essere...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ecco uno squarcio sui ritardi del piano italiano per accedere ai 209 miliardi del Next Generation Eu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alla fine il governo ha deciso di sposare la linea del Comitato tecnico scientifico: scuole di ogni ...

Oggi sulla stampa