Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’accordo Fca-Mazda. Debutta la nuova 124

LOS ANGELES Blu, bianca e rossa, tre Fiat 124 spider esposte, in anteprima mondiale, al salone dell’auto di Los Angeles, simboleggiano i colori della bandiera francese. Un messaggio di solidarietà alla nazione colpita. Come le tre 500 presentate in casa Abarth, sempre segno di riconoscimento della ferita parigina. La roadster 124 nasce dall’accordo firmato nel 2013 con la giapponese Mazda che la costruisce nell’impianto di Ujina, a Hiroshima dove viene assemblata anche la MX-5. Inizialmente era prevista la produzione di una sportiva scoperta siglata Alfa Romeo. Ma quando vide il bozzetto realizzato dal Centro Stile di Fca a Torino ( allora Fiat) Sergio Marchionne decise che quelle forme avrebbero dato vita a un’altra vettura iconica della casa torinese, la Fiat 124 spider e che le Alfa Romeo sarebbero state costruite tutte in Italia. Una spider a due posti, memoria di un passato che rappresenta ancora per collezionisti e appassionati il successo di un brand, in particolare nel mercato Usa dove ne furono vendute 170mila. Cinquanta anni fa fu disegnata da Pininfarina. La nuova Fiat 124, su cui il marchio torinese ha investito 350milioni di dollari, nasce tutta a Torino, con un processo di integrazione tra l’equipe italiana e quella giapponese. Due culture, due industrie che hanno saputo fondersi: Aldo Dragotti, Piergiorgio Di Miscio, Enrico Genchi sono i tre «moschettieri ingegneri» che hanno curato lo sviluppo. «Da due anni seguiamo il progetto, recandoci una volta al mese in Giappone, per evidenziare le specificità dinamiche di una vera vettura sportiva italiana. Nel centro tecnico di Torino abbiamo continuato la messa a punto per arrivare a ottimizzare il prodotto finito».
Olivier Francois, capo del brand Fiat, sottolinea che «la 124 spider rispetta l’eredità del modello precedente, una perfetta trazione posteriore con il cuore della macchina costruito in Italia, già sperimentato con successo sulla 500 Abarth, qui in Usa, anche con cambio automatico. La 124 si inserisce in un mercato di nicchia ma il suo potenziale è molto vasto». Verranno realizzate 124 vetture in edizione speciale per gli Usa dove saranno marchiate Prima Edizione, e per la regione Emea, chiamate Anniversary.
Occhi puntati anche sulla Giulia Alfa Romeo. Negli Usa è partito il lancio del marchio. Un immenso padiglione è stato dedicato al brand del Biscione, dove sono state esposte 34 auto storiche, portate dai vari club attivi in America, dove si attende l’inizio della commercializzazione del modello che arriverà nel secondo semestre del 2016. Svelata anche la 500 creata da Garage Italia Customs, di Lapo Elkann, ispirata al film Star Wars.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La pandemia, come tutte le rivoluzioni, ha accelerato il cambiamento anche nel mondo del lusso. Ha ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il varo del decreto Sostegni bis ripristina gli aiuti fiscali miliardari per le banche che si fonde...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il team Draghi-Cartabia scandisce le mosse sulla giustizia per portare a casa la riforma del proces...

Oggi sulla stampa