Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Abi bacchetta sia gli istituti sia l’arbitro


Un richiamo alla professionalità bancaria e una critica alla decisione dell'arbitro: il contribuente, infatti, ha diritto alla agevolazione anche se il bonifico è irregolare. Questa la posizione assunta dall'Associazione bancaria italiana (Abi) sulla decisione milanese (circolare serie tributaria pos. 430/15-A).

Da un lato nella circolare si formulano preoccupazioni, in quanto il principio di diritto (della responsabilità bancaria nella richiesta di operazioni) è significativo: «Anche servizi apparentemente poco rilevanti possono comportare elevate responsabilità nell'effettuazione degli stessi». Da qui il monito agli intermediari a prestare la massima diligenza. Tuttavia, a questo richiamo istituzionale, segue la considerazione che le cose potevano andare diversamente se la banca, in sede di arbitrato, si fosse difesa meglio. Il danno per il contribuente, considera la circolare, è assolutamente evitabile. La banca avrebbe dovuto far rilevare che il ministero delle finanze ha precisato che al contribuente, nonostante il bonifico irregolare, compete comunque il diritto alla detrazione Irpef, sempreché lo stesso sia in grado di dimostrare che le relative spese siano state sostenute in dipendenza della legge specifica sulle agevolazioni. La stessa Agenzia delle entrate ha ritenuto sanabili le irregolarità del bonifico fornendo i dati alla banca, la quale può adempiere all'obbligo di trasmettere alle Entrate, in via telematica, i dati identificativi del mittente e dei beneficiari della detrazione e dei destinatari dei pagamenti

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa