Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La svolta della Sia, campione europeo di pagamenti online

Novecento assunzioni nei prossimi tre anni, per la metà donne. Ricavi a oltre 800 milioni, un miliardo forse con le operazioni straordinarie, dai 600 milioni del 2018 (33% all’estero), «anno record per ricavi e profittabilità». E un obiettivo: «Diventare il leader in Europa nei pagamenti digitali», senza fare concorrenza però alle banche o alle Poste azioniste. È il piano industriale 2019-2021 di Sia presentato ieri a Milano dall’amministratore delegato Nicola Cordone, al debutto tre mesi dopo la nomina. Gli investimenti sono previsti salire dai 72 milioni del 2018 a 100 milioni quest’anno. Il progetto, diventare l’autostrada europea dei pagamenti digitali, fa leva su acquisizioni all’estero e affari previsti galoppare. Come i bonifici istantanei, i sistemi di pagamento privati delle aziende o l’uso delle carte di debito (Bancomat Pay) in Italia per l’ecommerce o saldare la pubblica amministrazione. Mentre verrà estesa ad altre città oltre a Milano, «Roma entro l’anno», la tecnologia per pagare la metro ai tornelli con la carta di credito.

Lotta al contante ed estero sono dunque le chiavi di sviluppo per il gruppo presieduto da Giuliano Asperti e partecipato da Cdp, F2i, Poste e banche come Intesa e Unicredit. Con crescita organica e acquisizioni, come le due per cui Sia è finalista, in Austria e Portogallo. Di ieri è anche la notizia che Sia è stata scelta dal Canada per costruire Lynx, il sistema nazionale di regolamento in tempo reale per i grandi pagamenti. Poco condivisa dal ceo del gruppo che ha «quadruplicato il valore in cinque anni» è invece l’unione con Nexi: «Abbiamo un modello diverso, noi siamo bank friendly», non rivali con le banche. Mentre la Borsa «è uno dei progetti», potrebbe concretizzarsi entro l’anno.

Alessandra Puato

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa