Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La Svizzera chiude Bsi per riciclaggio

La Svizzera sancisce la fine di un’epoca. L’Autorità di controllo dei mercati finanziari (Finma) ha decretato la chiusura entro un anno della più antica banca del Canton Ticino, la Bsi, rea di aver violato le disposizioni in materia di riciclaggio di denaro. L’istituto di credito venduto nel settembre 2015 da Generali alla brasiliana Btg Pactual, all’inizio dell’anno era stato ceduto al fondo Efg International. Sotto i riflettori sono finiti gli affari poco trasparenti legati al fondo sovrano malese 1MDB a Singapore. «Un’eccessiva fame di rischio e irragionevolezza hanno portato alla fine di una banca», ha dichiarato il direttore della Finma, Mark Branson, specificando che «l’istituto di credito era già stato avvisato nell’autunno del 2013 del rischio di riciclaggio e corruzione. Quello di Bsi rappresenta solamente l’ultimo esempio di un processo di conversione alla trasparenza finanziaria intrapreso negli ultimi anni dalla Svizzera. A dimostrazione di questo nuovo corso, i dati sull’attività 2015 dell’Ufficio federale di polizia (Fedpol) che hanno mostrato una forte accelerazione negli interventi a tutela della legalità finanziaria. Ebbene, lo scorso anno, il numero di segnalazioni arrivate all’Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio (Mros) ha toccato la quota di 2.367 con un aumento del 35% rispetto al 2014, portando a ben 4,8 miliardi di euro il potenziale di fondi destinati ad attività illecite bloccati dalle autorità (+44,5% rispetto ai 3,34 miliardi di un anno prima).

Tancredi Cerne

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«C’è da sfamare il mondo, cercando allo stesso tempo di non distruggerlo». A margine dell’Op...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Bollette, il governo conferma l’intervento straordinario da 3 miliardi per limitare l’aumento r...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non arriva come un fulmine a ciel sereno: da mesi in Parlamento si parla di entrare in aula con il ...

Oggi sulla stampa