Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La sorpresa del 2020: 19 mila imprese in più

Circa 292 mila iscrizioni al registro delle imprese nel 2020 a fronte di 273 mila

cessazioni: l’Italia arriva al 2021 con 19 mila imprese in più. Si tratta di un risicato +0,32%, ma comunque un dato straordinario nell’anno della pandemia. Come è possibile? Il sospetto è che la pioggia di supporti, dai ristori alla cassa Covid, abbinati al blocco dei licenziamenti abbia congelato le cessazioni mentre qualche nuova apertura, pur nella difficoltà del momento, ha continuato a esserci.

Il bilancio fornito ieri da Unioncamere/Infocamere ha fatto dire al ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli che

«nonostante il clima d’incertezza, il sistema imprenditoriale del Paese ha retto l’urto di una crisi simmetrica come quella generata dal Covid». Ed è certamente così. Ma la prova del nove la si avrà quando verranno meno (più o meno gradualmente) gli incentivi e il blocco dei licenziamenti.

Una recente indagine della Cna dice che una piccola impresa su quattro (il 27%) tema la chiusura nel 2021. Da una parte i lockdown a singhiozzo spingono al pessimismo. Dall’altra non bastano i dati Unioncamere per cantare vittoria.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa