Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La primavera dell’Avvocatura

Una rondine, si sa, non fa primavera. Ma uno stormo (di buone novelle) riesce a far sbocciare la speranza (quasi) perduta di una rinascita. È il sentore che anima l’Avvocatura la quale, trascorsi circa tre anni di complicate e conflittuali esperienze «tecniche», può guardare verso il ministero della Giustizia con fiducioso, «politico» trasporto. A nessuno, infatti, è sfuggita la benevolenza con cui Andrea Orlando ha deciso, sin dal suo insediamento, di rivolgersi ai professionisti del foro venendo incontro ad esigenze segnalate (invano) da tempo: nell’arco di una manciata di giorni è arrivata la firma dell’atteso decreto ministeriale per regolamentare le parcelle della categoria, mentre prima ancora erano stati «recuperati» (dall’oblio del dlgs 155/2012, con cui i predecessori di via Arenula avevano riformato la geografia giudiziaria) 285 uffici dei giudici di pace. La replica dei legali non s’è fatta attendere: le (diverse) componenti non hanno potuto che riconoscere l’avvio di un nuovo corso, contrassegnato da segnali positivi, evidenziando come, in passato, si sia dimostrato «più collaborativo il Parlamento» e, al contrario, non soltanto «critico, ma spesso ostile» l’esecutivo.

Prima di stendere un «tappeto di rose», e levare i calici per celebrare l’inizio di una «luna di miele», però, bisognerà capire come l’Avvocatura reagirà a una (precisa) sollecitazione lanciata dal Guardasigilli, durante il IX congresso forense, la scorsa settimana, a Roma: occorre abbandonare i «corporativismi», è stato l’ammonimento dell’esponente del Pd, e parlare con «una sola voce» per sottoporre alle Istituzioni le proprie idee e necessità. E la risposta, finora, al contrario della bella stagione, tarda ad arrivare.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa