Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La partita Rcs passa per Mittel Idea Bonomi per archiviare l’era Zaleski

Milano – La Mittel, finanziaria bresciana da anni sotto l’area di influenza del banchiere Giovanni Bazoli, è alla ricerca di una nuova identità. E forse di un cavaliere bianco, come dimostrano le indiscrezioni non smentite di un possibile ingresso di Andrea Bonomi nell’azionariato. Il 15% della Mittel è in mano a Romain Zaleski, il finanziere franco polacco caduto in disgrazia per gli investimenti finanziari della sua Tassara negli anni del denaro facile dalle banche. Così la quota è in vendita e uno dei possibili acquirenti sarebbe Bonomi anche se i primi contatti con Bazoli non hanno portato a una coincidenza di vedute sul futuro della finanziaria bresciana. Nella quale, peraltro, è anche custodita una quota dell’1,3% della Rcs Mediagroup che, insieme a quella più corposa posseduta da Intesa Sanpaolo (6,5%), ha per anni permesso a Bazoli (presidente della prima banca italiana) di esercitare un ruolo importante all’interno del patto di sindacato della casa editrice milanese. Tuttavia, ora che il patto si è sciolto, anche il ruolo di Bazoli rischia di essere messo in discussione. Carlo Messina, il giovane ad di Intesa, ha infatti già annunciato la prossima dismissione di tutte le partecipazioni della banca, tra cui il 6,5% di Rcs. Ma il coriaceo banchiere ottantunenne, si sa, non si spaventa davanti alle difficoltà. «Di me è stato detto che sono stanco: giudicate voi se sono stanco», ha detto ieri rispondendo alle invettive indirizzategli da Della Valle. «Mi piacerebbe quasi ha aggiunto Bazoli – fare una sfida a chi mi ha definito così: andiamo su un campo di sci e vediamo…». Stando così le cose il riassetto della Mittel rischia di diventare decisivo anche per il futuro del Corriere della Sera. Se Bazoli riuscirà a trovare un degno e danaroso sostituto (Bonomi possiede queste caratteristiche) di Zaleski nella finanziaria, allora magari potrà pensare di mantenere e magari incrementare la partecipazione in Rcs. Continuando a esercitare quel ruolo di ago della bilancia “politico” nella casa editrice contesa senza esclusione di colpi dalla Fiat e da Della Valle. Se invece non riuscirà nell’intento, potrebbe calare il sipario anche sull'”era Bazoli” al Corriere della Sera.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa