Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La Grecia si fa la maxi bad bank

Due o tre anni di tempo per azzerare, o quasi, gli Npl in pancia agli istituti greci. È l’obiettivo, a dir poco ambizioso, della banca centrale di Atene: ieri ha presentato il piano per una bad bank che punta a guarire una delle ultime ferite aperte della crisi finanziaria. Nonostante la cura da cavallo degli ultimi anni, infatti, le banche greche restano le più zavorrate di sofferenze in Europa: 88,9 miliardi lordi, pari al 45% del totale degli impieghi.
Il meccanismo predisposto dal regolatore ellenico, pare con l’ausilio di Jp Morgan (che si sarebbe ispirata alla maxi-cartolarizzazione del Monte dei Paschi), ruota intorno ai crediti d’imposta accumulati dalle banche nel corso degli anni. L’idea è di trasferirli (insieme agli Npl a un veicolo societario costituito ad hoc: con questi due asset la newco potrebbe procedere al recupero dei crediti e intanto far valere nei confronti dello Stato i crediti d’imposta. Il piano, inviato alla Vigilanza delle Bce, dovrebbe essere ufficializzato nella giornata di lunedì, secondo quanto dichiarato a Reuters da un funzionario della Banca di Grecia. Non è ancora noto l’ammontare di Npl in questione, ma l’iniziativa dovrebbe consentire agli istituti ellenici di centrare l’obiettivo pattuito con la Bce di smaltire oltre un terzo del fardello entro la fine del 2019.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa