Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La frenata di Nouy sulla stretta dei crediti deteriorati

«Qualche mese in più sarà probabilmente necessario»: con queste parole ieri il capo della Vigilanza Bce, Danièle Nouy, ha aperto alle critiche arrivate da più parti sulla proposta di «addendum» sui crediti in sofferenza (Npl), cioè di una loro svalutazione automatica in due anni, se non garantiti, e in sette, se garantiti. Non solo le banche italiane ma anche il Parlamento Ue ha sollevato dubbi sulla legittimità della proposta; Nouy ha ammesso che la tempistica indicata in bozza è troppo stringente e ha detto che la Bce potrebbe cambiare le regole se i legislatori europei modificheranno le normative sul tema. Ma non è detto che alla fine della consultazione, l’8 dicembre, il passo indietro sia totale. Potrebbe concedere più tempo alle banche per liberarsi delle «inadempienze probabili», esattamente i crediti a rischio nel mirino di Francoforte.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa