Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La Fondazione Monte Paschi fa cassa con Mediobanca

di Federico De Rosa

MILANO — La Fondazione Montepaschi dice addio a Mediobanca. Palazzo Sansedoni ha iniziato a smobilizzare la partecipazione dell'1,9% in Piazzetta Cuccia vendendo sul mercato le prime tranche. Le cessioni sono partite la scorsa settimana e proseguiranno fino all'esaurimento della quota. Una parte è stata collocata sul mercato anche lunedì, ma poi le vendite si sarebbero fermate e quindi l'operazione non sarebbe da mettere in relazione con le perdite registrate nelle ultime sedute dai titoli Mediobanca.
La cessione della quota non era stata annunciata. È vero che la partecipazione era stata spostata tra gli asset disponibili per la vendita. Probabile tuttavia che l'ente senese volesse attendere tempi migliori per evitare di realizzare una minusvalenza. Ma il calo del titolo Mps in Borsa, di cui la Fondazione ha il 48% (52% dei diritti di voto), ha reso evidentemente necessaria un'accelerazione. È il conto che Gabriello Mancini è costretto a pagare a causa dei debiti contratti dalla Fondazione per sottoscrivere l'aumento di capitale da 2,2 miliardi varato prima dell'estate dal Montepaschi ed evitare di diluirsi. La rapida discesa del titolo dei Rocca Salimbeni, e quindi del valore del pacchetto dato in pegno alle banche in cambio dei finanziamenti, ha reso necessario il reintegro delle garanzie.
La Fondazione sarebbe esposta complessivamente per più di 1 miliardo, di cui 600 milioni accumulati per far fronte all'ultima ricapitalizzazione. Operazione che ha portato l'ente guidato da Mancini a vendere la partecipazione dello 0,42% in Intesa Sanpaolo, acquistata dalla Fondazione Cariplo, e a dismettere anche un pacchetto dell'8% dello stesso Mps. Ora è arrivato il turno di Mediobanca.
Nonostante la discesa in Borsa, o forse proprio per questo, sul mercato non mancano i compratori. Ieri si è saputo che il finanziere francese Vincent Bolloré, membro del consiglio di Mediobanca, ha arrotondato la sua partecipazione. Il 18 novembre ha acquistato 250 mila titoli di Piazzetta Cuccia, pari allo 0,025% del capitale a un prezzo di 5,19 euro con un investimento complessivo di 1,29 milioni di euro.
 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa