Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La cura Morelli, il Montepaschi di Stato torna al profitto

Nonostante le difficoltà il Mps ritrova nel 2018 l’utile a 279 milioni, che comprende 2020 milioni di costi dell’infinita ristrutturazione nonché 131 milioni di contributi ai fondi di sistema ma anche benefici fiscali da 410 milioni per le imposte differite. La banca guidata da Marco Morelli mostra anche un segno leggermente positivo, +2%, nel risultato operativo lordo, sebbene al netto delle componenti straordinarie 2017-2018 legate soprattutto al salvataggio di Stato, quando Mps chiuse in rosso di 3,5 miliardi. L’attività ordinaria è in frenata (ricavi a 3,3 miliardi, -18,3%), anche se compensata dal taglio dei costi. Si conferma in crescita il patrimonio (Cet1 al 13,7%, sopra di 370 punti sulla richiesta della Bce «Srep»). Eppure la banca, a causa del peggiorato quadro economico italiano, non rispetta i target concordati con la Commissione Ue nel 2017 che prevedevano 600 milioni di utili nel 2019 e 1,2 miliardi nel 2021. Il quadro è reso più complesso dal fatto che il Tesoro, che ha il 68%, entro il 2019 dovrà dire alla Ue come uscirà dal capitale entro il 2021. Morelli ha spiegato di aver rivisto le stime ma che l’obiettivo resta di fare nel 2019 meglio di quanto raggiunto nel 2018, anche con la vendita di immobili storici per mezzo miliardo. La cessione dei crediti deteriorati è stata enorme, 29 miliardi, e ha portato il peso degli npl a 16,8 miliardi e il loro rapporto sugli impieghi al 16,4% lordo (8,7% netto), con copertura per il 53,1%. Il lavoro non è finito: la Bce vuole che l’arretrato sia svalutato a zero entro il 2026 ma su questo punto, ha detto il cfo Andrea Rovellini. «non prevediamo nessun impatto significativo» da qui al 2021.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa