Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La Corte Ue sulle cessioni d’azienda

Per qualificarsi «trasferimento» d’azienda non serve la conservazione dell’identità d’impresa. Rileva, piuttosto, la permanenza del «nesso funzionale d’interdipendenza e complementarità fra i vari elementi trasferiti». Lo stabilisce la sentenza alla causa C-160/14 emessa ieri dalla Corte di giustizia europea.

La vicenda riguarda due società aeree del Portogallo, una delle quali chiusa e liquidata con il licenziamento collettivo di 98 lavoratori. L’altra società, azionista della prima, è subentrata in parte dei voli che prima erano effettuati dalla società chiusa, utilizzando anche quattro aerei della stessa società liquidata. Presupponendo un «trasferimento» d’azienda, i lavoratori hanno impugnato il licenziamento chiedendo la riassunzione e gli arretrati di paga.

Al termine dei quattro gradi di giudizio, è stato chiesto alla Corte di giustizia europea di sapere, tra l’altro, la corretta nozione di «trasferimento di uno stabilimento» ai sensi del diritto Ue (direttiva n. 2001/23/Ce). Nella sentenza emessa ieri, la Corte dichiara che la nozione di «trasferimento di uno stabilimento», di cui alla direttiva, comprende la situazione relativa al licenziamento collettivo impugnato. In particolare, la Corte rammenta che, in situazione che riguardano il settore del trasporto aereo, il trasferimento di materiali deve essere considerato un elemento essenziale per valutare se sussista il «trasferimento di uno stabilimento». Inoltre, sottolinea che la società è subentrata a quella liquidata nei contratti di locazione di aerei e li ha effettivamente utilizzati, il che testimonia l’acquisizione di elementi indispensabili al fine del proseguimento dell’attività prima esercitata dalla società chiusa.

Ancora la corte rileva che è stato ripreso un certo numero di altre attrezzature, precisando che l’elemento rilevante per concludere nel senso della conservazione dell’identità dell’entità trasferita è il nesso funzionale di interdipendenza e complementarità fra i vari elementi trasferiti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non ha tempi, non ha luoghi, non ha obbligo di reperibilità: è lo smart working di ultima generazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sono entusiasta di essere stato nominato ad di Unicredit, un’istituzione veramente paneuropea e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il primo annuncio è arrivato all’ora di pranzo, quando John Elkann ha rivelato che la Ferrari pre...

Oggi sulla stampa