Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La Camera blocca May: no al terzo voto su Brexit

Il suo baritonale richiamo per riportare la calma in aula, “order, order”, lo ha reso popolare in mezzo mondo, perché interpreta magnificamente lo stereotipo della vecchia Inghilterra. Ma con l’annuncio di ieri John Bercow, Speaker dei Comuni, aggiunge un ulteriore elemento di disordine a una Brexit già precipitata nel caos.
Richiamandosi a una legge del 1604, il presidente della Camera avverte Theresa May che non potrà ripresentare per la terza volta ai deputati il suo accordo sulla Brexit, a meno di cambiarlo “sostanzialmente”.
Significa, in pratica, che continuare a votare sulla stessa risoluzione è uno spreco di tempo.
Dal punto di vista politico, tuttavia, è molto più di un problema procedurale. Nei giorni scorsi la premier ha messo in moto pressioni di ogni tipo per convincere i dissidenti del suo partito a dirle infine di sì. I voti della settimana scorsa, escludendo la possibilità del “no deal” (uscita dalla Ue senza accordi) e chiedendo a Bruxelles un rinvio della Brexit (ossia il prolungamento del negoziato), giocavano a suo favore: «O il mio accordo o il rischio che non ci sarà mai alcuna Brexit», poteva dire May ai ribelli. Adesso invece il voto, previsto per oggi o domani, a quanto pare non ci sarà.
Giovedì la leader conservatrice andrà al vertice Ue a domandare un rinvio della Brexit, forse sino a fine anno, con la prospettiva che la Gran Bretagna partecipi alle elezioni europee di maggio, o una modifica in extremis dell’accordo, per metterlo ai voti appena tornata a Londra.
“Crisi costituzionale”, commenta qualcuno.
«Chiamate la regina in Parlamento», invocano altri.
L’Economist mette in copertina la “f word”, per chiedersi: «E adesso?». La “House of cards” inglese continua, in attesa della prossima puntata.

Enrico Franceschini

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa