Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa torna a sperare

Partenza euforica per le borse europee, con gli investitori tornati ottimisti sulle prospettive di ripresa dell’economia dopo il blocco legato al coronavirus. A guidare i rialzi è stata Francoforte (+2,87%), grazie anche al balzo di Lufthansa (articolo a pagina 25). Il dato Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche si è attestato in maggio a 79,5 punti, in avanzamento rispetto ai 74,3 del mese scorso e al di sopra del consenso degli economisti. Positive Parigi (+2,15%) e Milano, dove il Ftse Mib ha guadagnato l’1,61% a 17.595 punti. Londra e Wall Street erano chiuse per festività.

Lo spread Btp-Bund è sceso di 2 punti rispetto a venerdì scorso, posizionandosi a 207. Domani la Commissione europea presenterà la proposta sul Recovery Fund. «Sarà importante vedere se riuscirà a trovare un compromesso che vada bene a tutti i paesi dell’Unione», spiegano da Mps Capital Services.

A piazza Affari ben comprati i titoli industriali, a cominciare da Leonardo (+5,94%), seguito da Cnh I. (+5,50%), Fiat Chrysler (+3,49%), Prysmian (+2,37%), Ferrari (+1,77%), Stm (+1,37%) e Pirelli (+1,31%). Su di giri anche Buzzi Unicem (+2,95%). In evidenza le utility A2A (+3,66%), Hera (+3,60%), Terna (+2,95%), Snam (+2,54%), Italgas (+1,76%) ed Enel (+1,56%).

In territorio positivo il settore bancario: Banco Bpm +1%, Intesa Sanpaolo +0,90%, Unicredit +0,62%, Ubi +0,49%, Mediobanca +0,35%, Bper +0,27%. Su Nexi (+2,15% a 15,67 euro) Equita sim ha ribadito la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 13,50 euro. Atlantia (+1,33% a 14,13 euro) è tornata sotto i riflettori del mercato per l’incertezza legata al tema della concessione autostradale: Banca Imi ha confermato il rating hold e il target price a 23,60 euro.

Tra le mid cap in gran spolvero Autogrill (+12,24%), Ascopiave (+7,35%) e Technogym (+7,05%). Vivace Banca Ifis (+5,48%) dopo che il presidente Sebastien Egon von Furstenberg ha trasferito al figlio Ernesto Furstenberg Fassio il 51% del capitale e dei diritti di voto. In progresso Ovs (+4,80%) grazie alle indiscrezioni secondo cui la società è vicina a finalizzare un prestito da 100 milioni da un pool di banche con la garanzia di Sace. Lettera, invece, su Enav (-3,32%), MutuiOnline (-3,24%) e Sogefi (-1,83%). Su Aim ben intonata Officina Stellare (+2,99%), che ha siglato l’Innovation project agreement finalizzato alla realizzazione di un sistema ottico per comunicazione laser.

Nei cambi, l’euro è terminato a 1,0895 dollari dopo essere sceso ai minimi da una settimana a 1,0869 e avere superato nel pomeriggio quota 1,09.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Francia continua a essere apripista per il riconoscimento economico dei contenuti di informazione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si avvicina il giorno in cui Monte dei Paschi dovrà dire alla vigilanza di Francoforte e al mercato...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sul Recovery Plan non esiste un caso Italia, ma un’interlocuzione molto positiva con la Commissi...

Oggi sulla stampa