Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa torna ottimista

Giornata di forti rialzi per l’azionario europeo, grazie anche al trend positivo di Wall Street. A sostenere ulteriormente il sentiment è stato il pil dell’Eurozona, che secondo la prima lettura preliminare del quarto trimestre 2020 si è contratto dello 0,7% su base trimestrale, battendo il consenso degli economisti. Su base annua il dato è in flessione del 5,1%. A Milano il Ftse Mib ha guadagnato l’1,11% tornando sopra 22 mila punti a 22.066. Bene anche Parigi (+1,86%), Francoforte (+1,56%) e Londra (+0,78%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano rispettivamente dell’1,95 e dell’1,67%.

I rendimenti dei titoli di stato dell’Eurozona sono saliti dopo i dati sul pil. Il tasso di finanziamento del decennale tedesco si è portato a -0,47% e lo spread Btp-Bund ha chiuso poco mosso a 114. «Ulteriori cali dei tassi italiani richiedono maggiore chiarezza politica», affermano gli strategist obbligazionari di Citi. «Un ulteriore inasprimento forse necessita di un accordo sull’agenda di governo e di un nuovo primo ministro: cosa che sembra improbabile arrivi oggi».

A piazza Affari sotto i riflettori i titoli industriali. Ha brillato Cnh I. (+5,32% a 11,27 euro), promossa da Equita sim a buy, con il prezzo in crescita del 33% a 14 euro. Segue Stellantis (+3,05%), su cui Goldman Sachs ha avviato la copertura con raccomandazione di acquisto e un target price a 18 euro, ben oltre l’attuale prezzo di borsa (12,99 euro). Bene anche Pirelli (+2,17%), Leonardo (+1,71%) e Buzzi Unicem (+1,05%). Denaro anche sul comparto oil, spinto dal rialzo del prezzo del petrolio: Tenaris +4,14%, Saipem +3,68%, Eni +1,35%.

Bene il settore bancario: Intesa Sanpaolo +2,69%, Banco Bpm +1,98%, Mediobanca +2,02%, Unicredit +0,99%, Bper +0,72%, Mps +1,72%, B.P.Sondrio +0,86%.

Su Aim Italia in gran spolvero Vantea Smart, che è salita del 20,91% a 3,53 euro: a spingere gli acquisti è stata Integrae sim, che ha avviato la copertura con rating buy e obiettivo a 7,55 euro. Positiva anche Euro Cosmetic (+5,36%) dopo che l’azienda ha acquistato uno stabile adiacente allo stabilimento di Trenzano (Brescia) che ospiterà le linee di confezionamento dedicate alle produzioni di nicchia della cosmetica di alta gamma e che prenderà il nome di Atelier Cosmetico.

Nei cambi, scivolone dell’euro dopo i dati sul pil dell’Eurozona. La moneta unica è bruscamente calata a 1,2035 dollari, tornando ai valori più bassi da inizio dicembre. In seguito la quotazione è leggermente risalita a 1,2044.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa