Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa si riscopre ottimista

Borse europee in forte recupero dopo le perdite di martedì. Messi da parte i timori sull’aumento dei contagi negli Stati Uniti e in America Latina, gli indici sono stati spinti dalla notizia di un vaccino anti-Covid dell’azienda americana Moderna, che entrerà nella fase finale di sperimentazione a fine mese. Inoltre le banche d’affari Usa, soprattutto Goldman Sachs, hanno riportato conti superiori alle attese. A Milano il Ftse Mib ha guadagnato il 2,02% a 20.281 punti. Bene anche Parigi (+2,03%), Francoforte (+1,84%) e Londra (+1,83%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano rispettivamente dello 0,60 e dello 0,11%.

L’obbligazionario europeo ha archiviato la seduta con rendimenti in leggero calo, con il decennale tedesco a -0,44%, in attesa della riunione della Bce in programma oggi. Poco mosso lo spread Btp-Bund a 164. François Rimeu, senior strategist di La Française Am, non si aspetta cambiamenti di particolare rilievo nella politica monetaria dell’Eurotower, anche se da qui a fine anno potrebbe essere necessaria un’espansione, soprattutto se non fosse rafforzata la portata del Pepp. «In assenza di un errore di comunicazione», aggiunge Bank of America, «riteniamo che l’incontro della Bce dovrebbe essere un non evento, in quanto l’attenzione è sull’importante Consiglio Ue sul Recovery fund».

A piazza Affari sotto i riflettori Atlantia (si veda box). Ben comprati i titoli industriali Leonardo (+6,40%), Buzzi Unicem (+5,42%), Prysmian (+3,21%), Stm (+3,03%), Cnh I. (+2,29%), Ferrari (+1,26%), Fiat Chrysler (+1,01%) e Pirelli (+3,13%). Forti acquisti sulle banche grazie ai risultati trimestrali di Goldman Sachs: Ubi +3,68%, Intesa Sanpaolo +1,88%, Banco Bpm +1,68%, Unicredit +1,21%, Mediobanca +0,14%, Bper +0,08%. Bene il comparto oil, con i prezzi del Brent sui massimi da quattro mesi verso 41 dollari: Tenaris è salita dell’1,70%, Saipem dell’1,47%, Eni dello 0,60%.

Tra le mid cap vivace Interpump (+3,08%) dopo l’acquisizione della spagnola Suministros Franquesa. Sesa (+2,42% a 59,30 euro) ha festeggiato i risultati trimestrali: Mediobanca Securities ha alzato il prezzo obiettivo da 60 a 70 euro, confermando il rating outperform. Sotto la lente degli analisti B.Cucinelli (+0,40% a 25,26 euro): Equita sim ha ridotto il target price da 24,30 a 24 euro, ribadendo il giudizio hold. Ha continuato a correre Unieuro (+6,96%). Su Aim Italia strappo al rialzo per Wm Capital (+9,93%) dopo l’accordo per la vendita di un dispositivo multidiagnostico.

Nei cambi, l’euro viaggiava in progresso sul dollaro a 1,1421 dopo un massimo di seduta a 1,1444.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa