Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa riparte con fiducia

L’avvio delle vaccinazioni anti-Covid in Europa, l’accordo sulla Brexit e il via libera negli Stati Uniti al pacchetto di aiuti all’economia hanno sostenuto le borse. A Milano il Ftse Mib è salito dello 0,72% a 22.288 punti. Hanno fatto meglio Parigi (+1,20%) e soprattutto Francoforte (+1,49%), che ha toccato il nuovo massimo storico a 13.826 punti. A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano di circa lo 0,70%.

Sul mercato obbligazionario ha prevalso la prudenza in una seduta semi-festiva. Il rendimento del decennale tedesco è rimasto stabile a -0,54%. In contrazione di 3 punti a 111 lo spread Btp-Bund: un movimento che, secondo gli esperti, può dipendere dai volumi ridotti della giornata.

Per quanto riguarda gli Usa, il presidente Donald Trump «ha fatto un tardivo regalo di Natale», osserva Hussein Sayed, chief market strategist di Fxtm. «Possiamo finalmente tirare un sospiro di sollievo e dire che il caos sulla legge di stimolo è alle spalle». Sul versante britannico, Liberum definisce l’accordo commerciale «un gradito regalo di Natale per il Regno Unito e gli investitori»: esso scongiura un’uscita dura dall’Europa, che sarebbe costata all’economia d’Oltremanica circa il 2% del pil. D’altro canto l’accordo non copre il settore dei servizi, quindi potrebbero esserci lunghi negoziati sulla fornitura transfrontaliera di servizi, in particolare quelli finanziari.

A piazza Affari ben comprati i titoli industriali: Pirelli +2,54%, Prysmian +2,66%, Cnh I. +1,59%, Leonardo +0,71%, Fiat Chrysler +0,64%, Buzzi Unicem +0,75%, Stm +0,26%. Bene anche Saipem (+0,51%). In territorio positivo le banche: Bper ha guadagnato l’1,35%, Intesa Sanpaolo lo 0,49%, Mediobanca lo 0,50%, Unicredit lo 0,09%. Su Banco Bpm (+0,08% a 1,80 euro) Intesa Sanpaolo ha ribadito il rating add e il prezzo obiettivo a 2,20 euro dopo che la banca ha finalizzato la cessione di un miliardo di euro di Utp nell’ambito del progetto Django.

Tra le mid cap hanno strappato al rialzo Maire T. (+6,16%) e Ovs (+5,34%).

Su Aim Italia in gran spolvero Comal (+20,63%) grazie al perfezionamento dei contratti e degli ordini di acquisto per la realizzazione di tre impianti fotovoltaici nelle aree di Viterbo, Pontinia e Latina. Seguono Sostravel.com (+14,08%), Osai As (+12,29%) ed Esi (+11,79%). Denaro anche su Icf (+3,76%) che ha sviluppato soluzioni innovative per il packaging dei propri prodotti per minimizzare l’impatto ambientale. In progresso Abitare In (+2,95% a 48,80 euro): gli analisti di Intesa Sanpaolo hanno migliorato il target price da 50 a 60,50 euro ribadendo il giudizio buy.

Ha invece archiviato le contrattazioni in rosso Tenax I. (-7,54%) dopo i forti guadagni delle ultime sedute: a spingere l’azione era stata la notizia della conferma di un ordine di acquisto ricevuto da una primaria azienda di servizi.

Nei cambi, l’euro è salito sul dollaro portandosi a 1,2219.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Spero che l’instabilità politica in Italia non metta a repentaglio il lavoro sul Recovery Plan ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’annuncio ha stupito. Se non altro per i tempi. A poche settimane dall’insediamento dell’ammi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’incertezza rimane molto elevata, per la dinamica della pandemia con le sue nuove varianti e per ...

Oggi sulla stampa