Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa aspetta Draghi

È stata una giornata incolore per le borse europee, che hanno chiuso poco mosse e contrastate. Gli investitori restano alla finestra in attesa di due importanti appuntamenti: il meeting della Bce di domani e i dati sull’occupazione negli Usa attesi per venerdì. I dati macroeconomici sono passati in secondo piano, compresa la netta battuta d’arresto per gli ordini dell’industria in Germania: a gennaio si è verificato un calo del 7,4%, oltre le attese degli analisti.

A Milano il Ftse Mib è terminato poco sopra la parità (+0,03% a 19.455 punti). Nel resto del continente andamento simile per Francoforte (+0,06%), mentre hanno perso terreno Parigi (-0,35%) e Londra (-0,15%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq cedevano rispettivamente lo 0,17 e lo 0,22%. Lo spread fra Btp decennali e Bund tedeschi è salito a 186.

A Piazza Affari Prysmian ha guadagnato l’1,11% a 23,6 euro: Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 26,8 euro. Bene anche Ferrari (+1,06% a 62,05 euro), su cui Berenberg ha migliorato il target price da 65 a 75 euro (buy). Debole Fca (+0,10%), mente Exor è salita dell’1,22%.

Acquisti su Stm (+0,97% a 14,56 euro): Liberum Capital ha ribadito il buy e l’obiettivo a 15 euro. Progresso frazionale per Telecom Italia (+0,45% a 0,779 euro): Equita sim ha confermato il buy con target a 1,27 euro evidenziando che, secondo indiscrezioni di stampa, la società potrebbe presentare un’offerta per i diritti del calcio di Serie A. Giù Snam (-1,45%) anche se, a detta degli analisti, i risultati 2016 e il piano industriale hanno superato le attese. Vendite su Leonardo (-2,23%): per i rumor relativi al fatto che Mauro Moretti lascerà la guida del gruppo. Giù anche Ubi B. (-2,33% ) e Bper (-4,20%). Tra gli altri bancari Mediobanca ha ceduto lo 0,06%, mentre hanno prevalso gli acquisti su Intesa Sanpaolo (+0,26%), Unicredit (+0,66%) e Banco Bpm (+0,67%).

Nel resto del listino in luce Ei Towers (+5,33%): secondo la stampa, Rai Way (+5,29%) sta preparando un’offerta per il gruppo. Ben comprata Piaggio (+5,72%). Bene Technogym (+2,75%) e B.Generali (+1,91%). Inoltre Pininfarina (+19,67%), Giorgio Fedon (+17,19%) e Gruppo Green Power (+15,07%) sono stati i migliori della seduta.

Nei cambi, l’euro ha chiuso in calo a 1,0576 dollari e 120,58 yen. La sterlina ha toccato i minimi da gennaio a 1,2170 dollari per poi risalire nelle fasi finali a 1,2190, a causa delle difficoltà incontrate dal premier Theresa May a far passare la legge sulla Brexit alla Camera dei Lord.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ai due estremi ci sono Generali e Unicredit: promossa a pieni voti la prima (almeno dagli investitor...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La pace con Vivendi in Piazza Affari vale 35 milioni di capitalizzazione. Dopo una fiammata in avvio...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

er la prima volta da molti anni un rialzo dei tassi d’interesse si affaccia negli scenari della po...

Oggi sulla stampa