Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa aspetta Draghi

È stata una giornata incolore per le borse europee, che hanno chiuso poco mosse e contrastate. Gli investitori restano alla finestra in attesa di due importanti appuntamenti: il meeting della Bce di domani e i dati sull’occupazione negli Usa attesi per venerdì. I dati macroeconomici sono passati in secondo piano, compresa la netta battuta d’arresto per gli ordini dell’industria in Germania: a gennaio si è verificato un calo del 7,4%, oltre le attese degli analisti.

A Milano il Ftse Mib è terminato poco sopra la parità (+0,03% a 19.455 punti). Nel resto del continente andamento simile per Francoforte (+0,06%), mentre hanno perso terreno Parigi (-0,35%) e Londra (-0,15%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq cedevano rispettivamente lo 0,17 e lo 0,22%. Lo spread fra Btp decennali e Bund tedeschi è salito a 186.

A Piazza Affari Prysmian ha guadagnato l’1,11% a 23,6 euro: Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione outperform e il prezzo obiettivo a 26,8 euro. Bene anche Ferrari (+1,06% a 62,05 euro), su cui Berenberg ha migliorato il target price da 65 a 75 euro (buy). Debole Fca (+0,10%), mente Exor è salita dell’1,22%.

Acquisti su Stm (+0,97% a 14,56 euro): Liberum Capital ha ribadito il buy e l’obiettivo a 15 euro. Progresso frazionale per Telecom Italia (+0,45% a 0,779 euro): Equita sim ha confermato il buy con target a 1,27 euro evidenziando che, secondo indiscrezioni di stampa, la società potrebbe presentare un’offerta per i diritti del calcio di Serie A. Giù Snam (-1,45%) anche se, a detta degli analisti, i risultati 2016 e il piano industriale hanno superato le attese. Vendite su Leonardo (-2,23%): per i rumor relativi al fatto che Mauro Moretti lascerà la guida del gruppo. Giù anche Ubi B. (-2,33% ) e Bper (-4,20%). Tra gli altri bancari Mediobanca ha ceduto lo 0,06%, mentre hanno prevalso gli acquisti su Intesa Sanpaolo (+0,26%), Unicredit (+0,66%) e Banco Bpm (+0,67%).

Nel resto del listino in luce Ei Towers (+5,33%): secondo la stampa, Rai Way (+5,29%) sta preparando un’offerta per il gruppo. Ben comprata Piaggio (+5,72%). Bene Technogym (+2,75%) e B.Generali (+1,91%). Inoltre Pininfarina (+19,67%), Giorgio Fedon (+17,19%) e Gruppo Green Power (+15,07%) sono stati i migliori della seduta.

Nei cambi, l’euro ha chiuso in calo a 1,0576 dollari e 120,58 yen. La sterlina ha toccato i minimi da gennaio a 1,2170 dollari per poi risalire nelle fasi finali a 1,2190, a causa delle difficoltà incontrate dal premier Theresa May a far passare la legge sulla Brexit alla Camera dei Lord.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa