Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La borsa arretra

Seduta negativa per le borse europee, con Milano maglia nera: il Ftse Mib ha ceduto lo 0,74% a 20.698 punti. Le vendite hanno prevalso anche a Francoforte (-0,60%), Londra (-0,53%) e Parigi (-0,40%). A pesare sul mercato è stato l’annuncio della Bce, che ha tagliato le stime di crescita e di inflazione dell’Eurozona, confermando i timori sul rallentamento dell’economia. A New York il Dow Jones e il Nasdaq viaggiavano in calo rispettivamente dello 0,54 e dello 0,78%.Lo spread Btp-Bund è sceso di 6 punti a 242 e i rendimenti dei titoli di stato dell’Eurozona hanno accelerato al ribasso dopo l’intervento del presidente della banca centrale, Mario Draghi. Il tasso del decennale è diminuito di 16 punti base al 2,49%. Secondo Karen Ward, di JPMorgan, il mercato ha accolto bene la «proattività» della Bce: le decisioni prese ieri «dovrebbero aiutare a stabilizzare il sentiment e l’attività nell’Eurozona» anche se, per una svolta decisiva quest’anno, «è necessario un significativo rimbalzo dell’economia cinese».

«Draghi colpisce ancora e sorprende con un pacchetto che va ben oltre le attese», osserva Anna Maria Grimaldi, di Intesa Sanpaolo, che però si chiede: «Basterà a consolidare una fase di crescita ancora debole e, soprattutto, a riportare l’inflazione verso il target? Il futuro della politica monetaria dopo Draghi non è banale».

A piazza Affari hanno chiuso in rosso i titoli bancari: Ubi -4,98%, Banco Bpm -3,97%, Unicredit -3,02%, Bper -2,94%, Intesa Sanpaolo -2,22%. Lettera anche su doBank (-1,82%) che ha ricevuto da Fitch, per il decimo anno consecutivo, il rating RSS1- e CSS1-: è il massimo livello previsto per le attività di special servicer.

Male, nel comparto industriale, Cnh I. (-2,39%), Fiat Chrysler (-2,28%) e Stm (-2,11%). Si è mosso in controtendenza il settore delle utility: A2A è salita del 2,23%, Enel dell’1,93%, Terna dell’1,78%, Snam dell’1,76% e Italgas dell’1,49%. Nel risparmio gestito denaro su Azimut H. (+1,29%), che ha accelerato dopo la pubblicazione dei conti 2018.

Nel resto del listino tonica Acea (+2,75% a 14,95 euro): Kepler Cheuvreux e Mediobanca Securities hanno alzato il prezzo obiettivo rispettivamente da 15,5 a 16,5 euro e da 17,5 a 18 euro. Su Italmobiliare (+3,54% a 20,50 euro) Equita sim ha confermato il giudizio buy, migliorando il target price da 24,3 a 26 euro. Su Aim Italia, infine, in gran spolvero Sostravel.com a +8,71%.

Nei cambi, l’euro è sceso ai minimi da quasi un mese a 1,1223 dollari, sui minimi di seduta, dopo gli annunci della Bce. Per le materie prime, quotazioni petrolifere a due velocità, con il Brent in discesa di 13 centesimi a 65,86 dollari e il Wti a 56,37 dollari (+15 cent). L’oro cedeva un dollaro a 1.285.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa