Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

La BoE dichiara la fine del Covid: sui dividendi libertà alle banche

Il Covid in Gran Bretagna è finito. Il segnale arriva dalla finanza. Inutile guardare a Downing Street: la bussola del paese è Threaneedle Street, la sede della Banca d’Inghilterra. Il vero premier inglese è Andrew Bailey che anticipa Boris Johnson. Il governatore della banca centrale dà per primo il segnale che tutti attendevano: eliminato il tetto ai dividendi delle banche. Il via libera alle cedole, che erano state bloccate nella primavera del 2020, anticipa di una settimana il via libera del paese.

Il 19 luglio il governo britannico dichiarerà la fine della pandemia: verranno eliminati anche le ultime restrizioni (mascherine al chiuso, consumazioni al bancone nei pub). Il mondo della finanza, sempre più veloce del paese reale, si è mosso d’anticipo.

Da ieri le maggiori banche britanniche hanno mano libera totale sulla remunerazione degli azionisti. Il congelamento delle cedole, provvedimento eccezionale che va limitare diritti e libertà fondamentali di un’azienda privata, era stato introdotto per assicurarsi che i creditori tenessero la cassa a riserva e potessero affrontare perdite profonde dovute al Covid. La BoE ha ora rimosso completamente i paletti: le banche hanno capitale sufficiente per riprendere i pagamenti come desiderano. È tuttavia tardi per la stagione delle cedole. Di fatto i grandi colossi come HSBC, Barclays, Standard Chartered e NatWest (la ex RBS) hanno “perso” due stagioni. È probabile che per compensare, alcune banche paghino cedole straordinarie o acconti in autunno.

Il dispiegamento della campagna vaccinazioni e gli incoraggianti risultati degli stress test parziali hanno convinto la banca centrale d’Inghilterra alla mossa del “liberi tutti”. L’allentamento sulle cedole, peraltro, era già partito mesi fa: lo scorso dicembre la BoE aveva annunciato un ritorno verso la normalità, autorizzando la distribuzione di cedole ma con un tetto di circa il 25% dell’utile trimestrale. Le banche avrebbero potuto maturare dividendi per il 2021, ma non li avrebbero ancora potuti pagare. Da ieri, anche l’ultimo ostacolo è stato rimosso. La mossa dell’Inghilterra arriva un giorno dopo che la Bce, la banca centrale europea, ha espresso ancora cautela su un rapido ritorno ai dividendi: il tetto ai dividendi è in vigore fino a settembre.

Mentre l’economia del Regno Unito si sta riprendendo da 16 mesi di blocco, la BoE ha segnalato che milioni di britannici rimangono vulnerabili alle difficoltà finanziarie.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Carlos Tavares sorprende il mercato e, in un momento non facile per l’auto, migliora in misura si...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nexi e Alpha Services and Holdings, capogruppo della greca Alpha Bank, hanno avviato una partnershi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Senza infamia, ma anche senza lode. Il mondo della banche italiane esce sostanzialmente indenne dai...

Oggi sulla stampa