Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

l gruppo Fca corre più del mercato Ma c’è il no di Gm

Fca e General Motors continuano a parlarsi attraverso i giornali. E non sedendosi attorno a un tavolo come, invece, vorrebbe il numero uno della casa di Detroit/ Torino. Ma la risposta, in ogni caso, è sempre la stessa. Gm non solo non ha ha intenzione di accettare proposte di matrimonio, ma nemmeno sembra intenzionata ad ascoltarne la proposta. Marchionne si è così consoltao con i dati della vendite della auto, negli Usa come in Italia, che hanno visto Fca far meglio di un mercato comunque in salita. Sulla possibile alleanza con Gm, lunedì era arrivata una reiterazione delle avance da parte del manager italo- canadese in una intervista concessa ad Automotive News. Una fusione «potrebbe generare cash per 30 miliardi. Sarebbe irragionevole non spingere per raggiungere l’obiettivo ». Così Marchionne, conciliante nei confronti di General Motors: «Non ho chiesto di uscire con Mary, ma semplicemente di incontrarla. Si può rifiutare un accordo ma non una discussione » A distanza di 24 ore, è arrivata la risposta dell’altro colosso americano. «Il nostro management e il nostro consiglio di amministrazione – si legge in un comunicato – sono sempre al lavoro per massimizzare il valore per gli azionisti. Dopo avere completato un’approfondita revisione di un possibile merger con Fca, abbiamo concluso che l’esecuzione del nostro piano attuale è il modo migliore per creare valore per gli azionisti di Gm».
Porte chiuse definitivamente? L’uscita sicura di Marchionne farebbe pensare di no. Nell’attesa, il numero uno di Fca avrà letto con maggior soddisfazione i dati di vendita del mese di agosto. A cominciare proprio dagli Usa, dove Fca ha registrato un aumento delle immatricolazioni pari al 2%, il miglior risultato in agosto dal 2002 e il 65esimo mese consecutivo di vendite in crescita.
Bene anche l’Italia. In agosto le vendite sono salite del 10,65% rispetto al 2014. Fca ha fatto meglio del mercato con un aumento del 12,7%.
Nei primi otto mesi dell’anno il mercato ha registrato +15,03%, mentre Fca ha segnato +17,1%. Salgono le vendite di Jeep (+216%), di Alfa Romeo (+36,7%) e di Lancia/Chrysler (+11,80%), Il brand Fiat è salito del 3,7%. In calo Maserati (-39,5%, con 26 auto vendute) e Ferrari (-53,8%, 6 auto).
In crescita anche le vendite in Spagna (+7,9%) con il mercato salito del 23% e in Francia, dove Fca ha messo a segno un +15,3 contro il mercato che ha fatto +10%.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa