Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Kairos, al 30% i gestori storici

Si apre un nuovo capitolo nella storia di Kairos: il socio fondatore Guido Brera e i gestori storici Rocco Bove e Massimo Trabattoni tornano azionisti con una partecipazione complessiva del 30%, mentre Julius Baer mantiene la quota di maggioranza del 70%. Altri senior manager investiranno nel capitale di Kairos a supporto del nuovo modello imprenditoriale. Fabrizio Rindi, che era stato indicato a settembre 2019 com a.d. traghettatore, passerà il testimone a un nuovo amministratore delegato e a partire dal 2021 assumerà il ruolo di presidente di Kairos Partners sgr.

Il top management continuerà a sviluppare il piano industriale definito negli ultimi mesi sulla base del nuovo scenario macroeconomico. L’obiettivo è posizionare la società come operatore leader nell’innovazione di prodotto e nella creazione di soluzioni di investimento adeguate alle esigenze di una clientela privata e istituzionale, oltre che alle reti distributive. «Il nuovo capitolo di Kairos è iniziato ormai da circa un anno», ha spiegato Brera, chief investment officer asset management di Kairos Partners sgr. «Il laboratorio di idee di investimento, nel corso di questi dodici mesi, ha già dato prova del valore della rinnovata e compatta squadra, che a fianco degli storici talenti ha saputo attrarne di nuovi e lanciare quattro nuovi prodotti innovativi in linea col disegno di sviluppo e crescita della società. Siamo pronti di nuovo in prima linea per affrontare le sfide della competizione che ci aspettano».

«È un grande punto di partenza per questo nuovo capitolo nella storia di Kairos», ha aggiunto Yves Robert-Charrue, presidente di Kairos Investment Management e responsabile Svizzera ed Emea di Banca Julius Baer.

Intanto Julius Baer prevede che i risultati finanziari annuali subiranno l’impatto di una svalutazione all’avviamento legato a Kairos Investment Management. Il gruppo di private banking svizzero contabilizzerà un onere di circa 190 milioni di franchi (177 mln euro) legato all’investimento nell’azienda.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ultimo miglio con tensioni sul piano italiano per il Recovery Fund. Mentre la Confindustria denuncia...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le diplomazie italo-francesi sono al lavoro con le istituzioni e con le aziende di cui Vivendi è un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La tempesta del Covid è stata superata anche grazie alla ciambella di salvataggio del credito, ma o...

Oggi sulla stampa