Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Italgas si consolida e acquisisce il 100% di Enerco Distribuzione

Italgas manda in archivio l’acquisizione del 100% di Enerco Distribuzione, società padovana con una rete di oltre 800 chilometri di condotte e 30mila utenze, attiva nel settore della distribuzione nelle province di Padova e Vicenza. La società torinese ha infatti annunciato ieri un accordo vincolante con H2C per assicurarsi l’operatore veneto. È la prima acquisizione dell’azienda guidata da Paolo Gallo con un’iniziativa propria a due anni e mezzo dall’ultima operazione datata 2015, quando Italgas rilevò il controllo totale di Acam Gas, di cui già deteneva il 49%. «Questa acquisizione – spiega il ceo Gallo al Sole 24 Ore – viene da lontano e da un’analisi di mercato che abbiamo condotto con l’obiettivo di individuare dei piccoli operatori attivi nella distribuzione del gas. A valle di questo screening, abbiamo effettuato i primi contatti: alcuni hanno risposto positivamente e abbiamo avviato una negoziazione per acquisirne gli asset».
L’operazione su Enerco – che ha visto Rothschild affiancare Italgas in qualità di advisor finanziario, con Nctm come consulente legale, mentre il venditore è stato assistito da Equita – è dunque la prima del genere ad essere conclusa e avviene in un mercato molto frammentato in cui operano oltre 200 soggetti. «È un tipico deal che porta due vantaggi – prosegue Gallo -. Da un lato, crea valore per gli azionisti di Italgas. E, dall’altro, consente un consolidamento degli operatori più piccoli che, per mancanza di requisiti tecnici o finanziari, non potrebbero partecipare alle gare». Il target della società sono infatti soggetti con tali caratteristiche e che operano tendenzialmente in zone d’interesse, vale a dire in quelle aree in cui Italgas è già presente.
Quanto ai numeri di Enerco, titolare di 27 concessioni, la valorizzazione è stata fissata in 51 milioni di euro che saranno corrisposti, al netto del debito, interamente per cassa al closing dell’operazione previsto entro la fine del 2017. Ma Italgas ha già in canna altre mosse. Da qui a Natale, infatti, la società di Gallo conta di mettere in cascina almeno un paio di acquisizioni. «Si tratta di dossier a un buon punto di maturazione – prosegue il ceo – che abbiamo avviato oltre otto mesi fa». Italgas è pronta a mettere in campo per questo tipo di M&A uno sforzo pari a 200 milioni da qui al 2018. «È probabile – aggiunge Gallo – che alla fine spenderemo qualcosa in più in considerazione del fatto che potremo acquisire operatori che hanno meno punti di riconsegna ma molta rete. E questo sta a significare che si tratta di soggetti attivi in zone meno metanizzate: da qui – chiosa il ceo di Italgas – l’esigenza di programmare degli investimenti per rendere ancora più capillare la rete di distribuzione».

Celestina Dominelli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È un falso dilemma» che la Bce abbia un solo mandato e la Federal Reserve due. Anche la Banca ce...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un intervento normativo finalizzato a favorire il rafforzamento patrimoniale delle società di capit...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scuola e lavori pubblici, settore residenziale e miglioramento delle norme in fatto di appalti, come...

Oggi sulla stampa