Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Italgas, 4,5 miliardi di investimenti nel piano 2019-2025

A differenza di carbone e petrolio, la quota del consumo energetico soddisfatta da gas naturale potrebbe salire, secondo il World Energy Outlook, fino al 2030 insieme al valore assoluto della domanda di gas. Non è un caso che in Italia, il Paese in Europa con la più alta penetrazione di gas nel consumo residenziale, un gruppo come Italgas abbia lanciato ieri un piano di investimenti da 4,5 miliardi. «Non siamo ottimisti ma realisti — ha precisato ieri da Londra l’amministratore delegato Paolo Gallo — gli obiettivi in termini di decarbonizzazione non possono non vedere un ruolo fondamentale del gas naturale». Ed ecco dunque un piano strategico 2019-2025 che prevede un incremento di 500 milioni di investimenti (+12,5%) rispetto al precedente e punta su innovazione, rete di distribuzione ad alta tecnologia e una decina di acquisizioni: 4,5 miliardi con ulteriori opportunità di investimento per circa 1,3 miliardi per l’acquisizione di reti a seguito di gare d’ambito. Confermata fino all’esercizio 2020 la distribuzione di una cedola pari al più alto tra l’importo risultante dal dividendo per azione 2017 (0,208 euro) incrementato del 4% annuo e quello equivalente al 60% dell’utile netto consolidato per azione. Ricavi per il 2019 attesi a 1,2 miliardi. «Questo piano — ha spiegato Gallo — ha come focus principale la trasformazione digitale dell’azienda». Le risorse più importanti, 2,1 miliardi, saranno destinate al miglioramento del network, compresi gli interventi di sostituzione delle condotte in ghisa, 160 mila nuovi contatori e l’installazione dei contatori di ultima generazione. Ma un capitolo importante è la Sardegna: 500 milioni andranno alla prosecuzione della rete di distribuzione del gas naturale nell’isola, dove il gruppo è il principale operatore. Ed entro il 2021 ci sarà anche il consolidamento di Toscana Energia, di cui Italgas possiede il 48,6%. Si punta ad arrivare al 50% più un’azione, con un impegno di circa 15 milioni di euro. Sul futuro Gallo non ha dubbi: «l’Italia ha una rete gas ormai disponibile, è li, funzionante e ha dimostrato di poter essere coniugata con i futuri obiettivi di decarbonizzazione».

Corinna De Cesare

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Via libera agli indennizzi per i risparmiatori truffati dalle banche: ieri, il ministro dell’Econo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Quaranta giorni per salvare Alitalia prima che si esauriscano le risorse residue del prestito ponte ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La crisi di governo fa subito vacillare il precario equilibrio della finanza pubblica italiana e apr...

Oggi sulla stampa