Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Isagro dedica la ricerca a Ugo: private banking e crowdfunding

Montedison non c’è più da decenni, ma quello che ha rappresentato il polo chimico italiano, non solo dal punto di vista finanziario ma per la ricerca industriale e la chimica, sono valori che non si dimenticano. Lo dimostrano le storie degli uomini che fecero grande il gruppo di Foro Buonaparte, a Milano e che da quella straordinaria esperienza lavorativa hanno saputo trarre, nel tempo, conoscenze e risorse intellettuali che ne hanno amplificato l’eco e la portata anche quando Montedison diventò, nei fatti, solo un ricordo.

Lo conferma Giorgio Basile, che lavorò come molti in Montedison e che successivamente fondò Isagro, di cui è azionista e presidente. Oggi Basile ha deciso che il centro ricerche di Isagro venga dedicato a Renato Ugo, una delle più luminose menti che arricchirono con la loro presenza la Montedison degli anni Ottanta, dove fu coordinatore della ricerca per conto del presidente di allora, Mario Schimberni. Ugo, scomparso a Milano il 20 ottobre 2020, è stato uno dei maggiori chimici italiani, per decenni insegnante alla Statale di Milano e internazionalmente riconosciuto con Jean-Marie Basset il fondatore della Chimica Organometallica di Superficie (un’area della scienza chimica) e, nell’ambito accademico, è stato fra i primi che hanno affrontato la catalisi omogenea con metalli di transizione e le relazioni tra catalisi omogenea ed eterogenea. A lungo presidente dell’Airi e accademico dei Lincei a Ugo, giovedì prossimo, 18 febbraio, sarà dedicato il Centro Ricerche di Isagro, a Novara. Saranno presenti le autorità locali, Maddalena Ugo che fu sua studentessa e moglie per quasi mezzo secolo e ovviamente i vertici di Isagro. Il 23 febbraio, invece, webinar alle 17:30 in onore di Ugo, con la partecipazione di Giorgio Basile, Antonio Sgamellotti, Rinaldo Psaro, Andrea Bairati, Paolo Lamberti, Alessandro Spada, Sergio Dompé e Diana Bracco de Silva.

L’Aipb e il crowdfounding

Giovedì prossimo, 18 febbraio, dalle 15, Aipb – Associazione italiana private banking presenta il webinar dedicato a «La clientela private e gli investimenti in economia reale tramite portali on-line», un incontro virtuale, aperto al pubblico, per affrontare il binomio private banking ed equity crowdfunding. Parteciperanno al dibattito – moderato da Alessandro M. Lerro, presidente dell’Associazione italiana equity crowdfunding – Antonella Massari, segretario generale Aipb, Giancarlo Giudici, del Politecnico di Milano, Antonella Grassigli, ceo & co-founder di Doorway, Roberta Sandrone, di Intesa Sanpaolo private banking, Alessandro Scortecci di Cassa Depositi e Prestiti venture capital, Anna Lambiase, ceo e founder di Ir Top Consulting, e Emma Rita Iannaccone, della Consob.

Mediobanca di moda

Appuntamento dopodomani, mercoledì 17, con la terza edizione del Fashion Annual Talk promosso dall’Area Studi Mediobanca, in occasione della presentazione della ricerca annuale sul settore. Dall’analisi, che aggrega i principali dati finanziari di 80 multinazionali mondiali della moda, di cui 38 europee e 10 italiane, emerge una battuta d’arresto senza precedenti per il comparto: la contrazione del giro d’affari è del 22% nei primi nove mesi del 2020, cinque volte superiore a quella registrata dalla grande industria. Risultati con profonde differenze a livello geografico. È il mercato europeo a segnare le perdite maggiori (-24%), fortemente penalizzato dal blocco dei flussi turistici. Sul palco virtuale ci saranno Alfonso Dolce, ceo di Dolce & Gabbana, e Martino Scabbia Guerrini, Executive vp & group president Vf Emea.

Cinque milioni per Leaf Space

Leaf Space, azienda italiana specializzata nella fornitura di servizi di ground segment per microsatelliti, incubata in I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino, ha completato il proprio round di investimento Series A di 5 milioni di euro. Con l’ingresso di Primo Space, fondo di venture capital gestito da Primomiglio sgr, Leaf Space ha infatti completato la raccolta da 5 milioni di euro che vede la partecipazione di Whysol Investments come lead investor al fianco di RedSeed Ventures, socio finanziario storico della società. In questo modo, Leaf Space porta a 10 milioni di euro il totale di finanziamenti raccolti dalla costituzione. Leaf Space utilizzerà i nuovi finanziamenti per sviluppare i propri servizi di ground segment per microsatelliti della new space economy, avviando un’attività di scale-up globale.

Fantini vendemmia in Spagna

Fantini group atterra in Castiglia. Il gruppo vitivinicolo abruzzese, fondato da Valentino Sciotti, ha siglato un accordo con Finca Fella, basata in Castilla-La Mancha. L’accordo con il partner spagnolo prevede la coltivazione e la commercializzazione di uve provenienti da vigneti vecchi e impianti ad alberello in un altopiano (dai 900 ai 1.200 metri), con scarsa pioggia e forti escursioni termiche. Fantini, che esporta quasi 25 milioni di bottiglie, secondo copione non compra i terreni, ma li lascia nelle mani dei contadini. Finca Fella è un mosaico di 1.300-1.400 ettari complessivi. I proprietari saranno affiancati dagli enologi di Fantini, Fabio Fabiani, Dennis Verdecchia, Diego Lopez, sotto la collaborazione di Alberto Antonini.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa