Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Investimenti ad alto rendimento

Lo chiamano portfolio manager, in pratica è la figura che si occupa della gestione operativa degli asset mobiliari di un cliente privato, andando a investire i suoi asset in uno o più strumenti finanziari e nell’ambito di un mandato conferito dal cliente. Si tratta quindi del profilo che rappresenta la «dimensione» tecnica di supporto/servizio al private banker, cui è demandata la dinamica relazionale con il cliente. Sono professionisti «di mercato», a seconda del proprio background più di taglio equity o bond, o sempre più con competenza trasversale sulle diverse asset class, così da risultare anche più efficaci ed efficienti. Nel tempo, possono evolvere verso desk di advisory, uffici orientati appunto ad una consulenza sullo spettro dell’investibile, e non alla gestione effettiva degli asset oppure, se sostenuti da una più marcata attitudine relazionale, possono effettuare un passaggio più netto verso ruoli commerciali, siano essi promotori o banker dipendenti, fondando il proprio accreditamento sui clienti nel proprio background tecnico. Oggi, sempre più, il mercato ricerca portfolio manager che uniscano al background tecnico buone doti relazionali da esprimere verso il cliente finale, soprattutto in contesti di private banking ove il cliente ha esigenze particolarmente qualificate ed è spesso interessato a un confronto attivo. Questa figura va inquadrata nell’area del wealth management che di solito identifica il settore in cui operano i ruoli che gestiscono la ricchezza di clienti tipicamente private, sia da un punto di vista relazionale, sia da un punto di vista tecnico.

Nell’area banking quindi servono sempre più ruoli che definiscano le strategie di investimento da adottare per utilizzare nel modo migliore il denaro raccolto dai clienti, garantendo dei rendimenti massimi e rendendo i rischi al minimo. Sono profili che devono conoscere la situazione economica e finanziaria del cliente e ottimizzare i servizi, tenendo presente sia le esigenze del cliente sia, naturalmente, i suoi obiettivi di redditività. Occorrono quindi sempre di più figure che abbiano conoscenze sulle norme che regolano il mercato finanziario e le modalità di esecuzione delle operazioni sui mercati. Devono avere competenze sulle tematiche e gli strumenti per analizzare e interpretare i dati di andamento dei mercati. Inoltre, occorre che conoscano i prodotti finanziari, le tecniche di valutazione del valore e dei potenziali delle imprese. Devono avere dimestichezza con le tecniche di risk management e con i metodi di analisi delle variabili macro-economiche. Molte di queste competenze sono acquisite con l’esperienza e dipendono dalla seniority del profilo.

Caratteristiche peculiari di questi professionisti richiesti dal mercato sono, quindi, il problem setting e problem solving che consentono di identificare i vantaggi e svantaggi delle scelte di allocazione, in relazione all’evoluzione dei sistemi economici e finanziari. La loro preparazione tecnico-specialistica deve includere nozioni di economia del mercato finanziario, matematica finanziaria applicata alle scelte di investimento, diritto di mercato finanziario, diritto privato, diritto tributario, aspetti gestionali delle attività di intermediazione finanziaria (selezione dei titoli, benchmarking ecc.). In questa professione si possono identificare tre livelli di progressiva seniority: l’operatore di mercati finanziari, che esegue l’attività di negoziazione entro obiettivi prefissati; il gestore, che ha la responsabilità di una linea di assets per le quali definisce le scelte di allocazione che aumentino il rendimento atteso; il gestore senior che definisce le politiche per massimizzare il rapporto rischio/redditività. La formazione di base richiesta a queste figure prevede una laurea di carattere economico (in particolare Economia e commercio, Economia aziendale, Scienze bancarie). Esistono poi master e corsi di perfezionamento in gestione del risparmio, attivati dai principali atenei italiani.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

di Massimo Mucchetti   MILANO— Mediobanca non crede alla ripresa dei titoli ba...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa