Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Invalidità, 450 mila verifiche Torna la Carbon tax per il cuneo

Scatta un nuovo piano di controlli straordinari dell’Inps sui falsi invalidi. Tra il 2013 e il 2015 gli ispettori dell’istituto di previdenza verificheranno i requisiti di 450 mila soggetti assistiti, 150 mila controlli l’anno in più rispetto a quelli ordinari, già molto elevati, e che hanno portato negli ultimi anni all’emersione di migliaia di truffe.
Il piano straordinario è l’ultima novità introdotta nella legge di Stabilità del 2013 in commissione Bilancio alla Camera, ancora in attesa degli emendamenti che i due relatori stanno concordando con il governo per modificare tutta la parte fiscale della manovra. Dovrebbero arrivare venerdì e il testo sarà in Aula mercoledì prossimo, con il presidente dell’assemblea Gianfranco Fini che, dopo aver incontrato ieri il premier Mario Monti, auspica un «maggior raccordo governo-Parlamento».
Il Pd chiede interventi a favore del lavoro, l’Udc per la famiglia, il Pdl per le imprese. Al posto del taglio dell’Irpef potrebbero arrivare l’aumento delle detrazioni per il lavoro dipendente e assegni familiari più consistenti, mentre per il 2014 si profila uno sgravio dell’Irap per le imprese e i lavoratori autonomi. L’aumento dell’Iva verrebbe limitato alla sola aliquota del 21%, mentre tetti e franchigie sulle detrazioni e deduzioni, non più retroattivi, sarebbero rivisti: le spese per i mutui potrebbero uscire dal tetto dei 3 mila euro, quelle sanitarie evitare il raddoppio della franchigia.
Sul tavolo resta ancora il problema delle risorse per gli esodati, al centro di un nuovo incontro, ieri, tra il ministro del Welfare, Elsa Fornero, e i deputati della commissione Lavoro, che avevano proposto l’estensione della platea, poi bocciata dalla Bilancio. «Stiamo lavorando per dare risposte a casi specifici, utilizzando gli eventuali avanzi di risorse che si rendessero disponibili» ha detto il sottosegretario Michel Martone. Nello stesso tempo deve trovare soluzione definitiva anche il problema dell’orario dei professori nella scuola: l’aumento a 24 ore settimanali produceva risparmi che andranno coperti con altri tagli di spesa da individuare. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, avvisa: «A Monti non faremo scherzi — dice — ma il problema degli esodati va risolto. E basta tirare schiaffoni alla scuola». In Senato, intanto, procede l’esame della delega per la riforma fiscale: un emendamento dei relatori reintroduce la Carbon tax per finanziare la riduzione delle tasse sul lavoro.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa