Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa Sp, pronti 50 mld

Intesa Sanpaolo, grazie alle ultime misure varate dal governo, ha alzato a 50 miliardi di euro l’ammontare di risorse in termini di credito messe a disposizione dell’Italia. Un’attività che, a partire dalla conferma dei 450 miliardi di affidamenti a livello di gruppo, si è ulteriormente ampliata grazie ai nuovi impieghi, che in marzo hanno fatto crescere lo stock consolidato per 5 miliardi. Nel primo trimestre le erogazioni a medio-lungo termine a sostegno degli investimenti di famiglie e imprese sono ammontate a 15 miliardi di euro a livello di gruppo.

In particolare viene moltiplicata la liquidità messa a disposizione delle imprese, permettendo loro di tutelare l’occupazione e di far fronte ai pagamenti nonostante la progressiva riduzione o l’assenza di fatturato. Da metà marzo al 3 aprile Intesa Sanpaolo ha erogato 1,5 miliardi di nuovi finanziamenti alle pmi per l’emergenza sanitaria, a fronte di circa 10 mila richieste. «Si tratta di un volume di dimensioni straordinarie in un periodo concentrato, che la banca sta valutando con instancabile impegno tenuto conto che, come ogni altra impresa, sta attuando tutte le precauzioni per la tutela della salute del proprio personale e della clientela, incentivando quindi il lavoro da casa e concordando l’accesso in filiale solo su appuntamento», spiega l’istituto.

Le nuove risorse per le aziende comprendono sia linee di credito aggiuntive, sia linee già deliberate e rese disponibili come liquidità per cassa per le imprese clienti, per affrontare con ampia flessibilità la gestione dei pagamenti urgenti. I 50 miliardi complessivi si aggiungono alla moratoria per famiglie e imprese, con la sospensione per tre mesi delle rate dei finanziamenti in essere (per la sola quota capitale o per l’intera rata), prorogabile per altri tre-sei mesi in funzione della durata dell’emergenza.

«In questo periodo di eccezionale emergenza, il nostro gruppo ha messo in campo significative iniziative per contrastare gli effetti dell’epidemia sia a livello sociale che economico», ha sottolineato l’a.d. Carlo Messina. «Oggi siamo in grado di aumentare ancora la liquidità a disposizione delle pmi per superare l’emergenza e rilanciare il nostro paese. La forza della nostra banca e delle persone che ne fanno parte continuerà a essere al fianco delle imprese e delle famiglie, con 450 miliardi di credito accordato, pari a oltre il 25% del pil italiano. Nonostante le difficoltà che incontrano, esprimo ancora una volta il sincero apprezzamento per tutte le persone e le strutture di Intesa Sanpaolo a servizio della clientela, ancora più cruciali in questa fase della vita economica del paese».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ultimo miglio con tensioni sul piano italiano per il Recovery Fund. Mentre la Confindustria denuncia...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le diplomazie italo-francesi sono al lavoro con le istituzioni e con le aziende di cui Vivendi è un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La tempesta del Covid è stata superata anche grazie alla ciambella di salvataggio del credito, ma o...

Oggi sulla stampa