Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa Sp, pmi vincenti

Parte la terza edizione di Imprese vincenti, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane lanciato nel 2019 e che ha finora accompagnato 264 aziende in percorsi di crescita e sviluppo. Il successo fin qui raccolto dall’iniziativa (sono quasi 6 mila le pmi che si sono autocandidate alle precedenti selezioni) è la conferma della volontà di molte aziende di intraprendere percorsi di valorizzazione nonostante il contesto complesso e incerto.

Più elementi convergono nel considerare il 2021 come l’anno delle aziende che, nonostante la pandemia, continuano a investire, a puntare su leve come qualità e sostenibilità, a rispondere alla crisi con iniziative di profonda trasformazione adattandosi alla domanda del mercato e mantenendo occupazione, tanto da rappresentare uno stimolo al rilancio dell’economia italiana. Con Imprese Vincenti 2021 Intesa Sanpaolo punta a sostenere questo patrimonio del tessuto produttivo offrendo, insieme ai partner di progetto, strumenti di crescita e visibilità in linea con gli impulsi di rilancio dell’economia del paese e in coerenza con il piano Motore Italia, il nuovo programma strategico del gruppo bancario che mette a disposizione 50 miliardi di euro per il rilancio delle pmi.

«Grazie a Imprese vincenti abbiamo fatto comprendere come molte aziende creino il proprio successo con intelligenza, pianificazione e impegno, generando valore per se stesse e per l’economia», ha affermato Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei territori della Ca’ de Sass. «Questo impegno non è venuto meno, nonostante la pandemia, ma ha bisogno di essere sostenuto con tutti gli strumenti possibili, perché le pmi italiane davvero costituiscono la ricchezza di questo paese in termini non solo produttivi ma anche di conoscenze, di competenze, di creatività, di attaccamento ai valori del territorio. La terza edizione di Imprese vincenti guarda proprio a queste realtà, capaci di flessibilità e di lavorare su orizzonti di lungo periodo, e si inserisce in un contesto più ampio di iniziative che Intesa Sanpaolo sta portando avanti a favore del mondo imprenditoriale e per il rilancio dell’economia italiana, con 50 miliardi di credito a disposizione di tutte le pmi».

Le aziende potranno autocandidarsi compilando un questionario sulla propria attività presente sul sito www.intesasanpaolo.com – area business. La candidatura, che va presentata entro il 19 aprile, è aperta a imprese clienti e non di Intesa Sanpaolo, sia pubbliche che private, a prevalente capitale italiano e non appartenenti a gruppi multinazionali, che abbiano un fatturato compreso fra 2 e 130 milioni di euro, almeno dieci dipendenti e sede legale in Italia.

Confermata la sezione delle imprese non profit, che Intesa Sanpaolo riconosce come «componente essenziale nell’economia del paese». È inoltre previsto un focus sulle imprese del settore agroalimentare, «prioritario per la nostra economia e per cui la banca ha di recente previsto una direzione dedicata, con sede a Pavia». Un riconoscimento speciale sarà assegnato ai progetti fortemente orientati all’impatto sociale.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa