Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa Sp., cda su ops Ubi

Oggi sarà una nuova giornata di riunioni e analisi dell’offerta pubblica di scambio volontaria (ops) lanciata il 6 luglio da Intesa Sanpaolo sulla totalità delle azioni di Ubi Banca. È in programma il cda di Intesa Sanpaolo per un aggiornamento degli amministratori circa l’operazione. Allo stesso modo si riunirà il board di Fondazione Banca del Monte di Lombardia che, verosimilmente, esaminerà anche il dossier dell’ops alla luce delle valutazioni di Société Générale, advisor finanziario dell’ente per l’operazione e dell’aggiornamento del piano industriale della banca guidata dal ceo, Victor Massiah (illustrato venerdì 3 luglio) che ha aumentato il flusso dei dividendi previsti nel triennio.

Il cda e il consiglio generale della Fondazione Crc (Cassa di risparmio di Cuneo), l’altro ente azionista di Ubi, si sono già riuniti lunedì per esaminare la documentazione finora pubblicata dall’offerente sull’ops. Alle riunioni hanno partecipato Société Générale e lo studio legale Pavesio e Associati, consulente legale della Fondazione Crc, con l’obiettivo di supportare gli organi della Fondazione Crc nell’esame delle condizioni economiche e dei termini dell’offerta, anche alla luce del piano industriale aggiornato di Ubi Banca che evidenzia nuove prospettive e scenari meritevoli di approfondimento.

Il consiglio generale e il cda, ha spiegato la Fondazione, saranno nuovamente convocati nei prossimi giorni in vista della decisione sull’ops, che la Fondazione Crc è tenuta a prendere. Entro questa settimana sarebbero previsti nuovi incontri del sindacato azionisti di Ubi Banca che, a sua volta, visto il susseguirsi degli eventi (la bocciatura da parte del cda di Ubi dell’offerta, l’aggiornamento del piano industriale e i botta e risposta tra le due banche sui valori e i contenuti dell’offerta) analizzerà il nuovo quadro. Intanto, nella 3° giornata di offerta sono state apportate 2.572.263 azioni, secondo quanto ha fatto sapere Borsa I. Complessivamente, nei tre giorni, sono state apportate all’offerta 6.247.189 azioni, pari allo 0,546% del capitale. Palazzo Mezzanotte ricorda che le azioni ordinarie Ubi acquistate sul mercato il 27 e 28 luglio non potranno essere apportate in adesione all’offerta. L’operazione proseguirà fino al 28 luglio salvo proroghe. La data di pagamento per il corrispettivo è il 3 agosto. L’offerta prevede 17 azioni proprie di Intesa per ogni 10 titoli di Ubi e qualora dovesse andare in porto darebbe vita a un campione nazionale con oltre 1.100 mld di euro di attività

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

In anticipo su alcuni aspetti, ad esempio lo smaltimento dei crediti in difficoltà; in ritardo su a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le materie prime – soprattutto l’oro e il petrolio – sono tornate a regalare soddisfazioni all...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Apprezzamento unanime» per i dati di bilancio e conferma del sostegno all'amministratore delegato...

Oggi sulla stampa