Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa, soci a consulto sul consiglio di gestione

Nuovo giro di consultazione ieri per il comitato nomine di Intesa Sanpaolo che deve sciogliere gli ultimi nodi per la composizione del consiglio di gestione. La soluzione non ci sarebbe ancora. Il consiglio di sorveglianza, a cui spetta la nomina del board operativo, era stato preallertato per domani, ma ieri sera le convocazioni non erano ancora partite. E’ sempre possibile che partano oggi, anche se è più probabile che serva ancora un giro di tavolo per trovare la soluzione e quindi è possibile che le nomine slittino di nuovo.
Al momento ci sarebbero comunque alcune conferme: gli amministratori saranno nove e alla presidenza andrà Gian Maria Gros—Pietro, affiancato dal consigliere delegato Enrico Cucchiani e da due vicepresidenti, Marco Sala e Giovanni Costa. Piera Filippi e Carla Ferrari sono invece i nomi indicati per le «quote rosa» da Fondazione Carisbo e Compagnia Sanpaolo, che il comitato nomine avrebbe confermato.
Più complessa la scelta dei manager, su cui il presidente di Intesa, Giovanni Bazoli, e Cucchiani si sono confrontati a lungo con le Fondazioni azioniste per trovare la quadra. Un possibile compromesso tra le indicazioni degli azionisti e quelle interne a Ca’ de Sass che eviti un ulteriore prolungamento del confronto. Non è detto che il tentativo sia riuscito. Anzi, a giudicare da quel poco che è filtrato ieri sera, sembrerebbe vero il contrario.
Secondo alcune ricostruzioni è sempre il confronto sull’ingresso dei direttori generali a rallentare la partita. In particolare due: il responsabile «corporate», Gaetano Miccichè, e il capo della «banca dei territori» Giuseppe Castagna. Il terzo direttore generale, Carlo Messina, viene invece dato per certo in consiglio. A disposizione ci sarebbero insomma due posti, per quattro candidature. Cucchiani avrebbe infatti espresso un gradimento per il chief operating officer, Francesco Micheli, e il chief risk officer, Bruno Picca.
Come soluzione di compromesso sarebbe stata proposta la nomina di Castagna e Picca. Ma evidentemente non tutti sono d’accordo e il confronto di ieri non è servito a sciogliere i dubbi. Dunque servirà un confronto supplementare. E i tempi sono sempre più stretti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa