Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa e Santander cedono Allfunds per 1,37 miliardi

Riassetto completato per Allfunds Bank, la piattaforma di fondi che era detenuta in joint venture paritetica dallo spagnolo Banco Santander e dall’italiana Intesa Sanpaolo.
Il compratore di Allfunds Bank,società che ha sede a Madrid, è infatti un consorzio di fondi appartenenti a Hellman & Friedman, investitore leader nel private equity, e a Gic, fondo sovrano di Singapore (assistiti dall’advisor Citi). L’operazione da parte di Hellman & Friedman e Gic, che è stata anticipata dal Sole 24 Ore lo scorso 2 marzo, valorizza Allfunds circa 1,8 miliardi di euro.
A vendere il 75% di Allfunds sono stati dunque Intesa Sanpaolo, che ha ceduto l’intera sua quota, pari al 50%, per 900 milioni, e Santander, che, invece, ha venduto solo il 25% del capitale, per 470 milioni. Quindi il prezzo pagato è stato di 1,37 miliardi di euro. L’operazione avrà un effetto positivo per i conti di Intesa Sanpaolo. Ca’de Sass ha venduto infatti il 50% del capitale (detenuto attraverso la controllata Eurizon Capital Sgr) per un corrispettivo in contanti pari a circa 900 milioni di euro. Il perfezionamento dell’operazione, subordinato al via libera delle autorità competenti, si tradurrà in una plusvalenza netta nell’ordine di 800 milioni di euro per il conto economico consolidato del gruppo guidato da Carlo Messina. La plusvalenza del gruppo iberico Banco Santander è stata invece pari a circa 300 milioni di euro.
Allfunds Bank, che ha oltre 200 miliardi di asset under management, è una piattaforma distributiva multi-manager di prodotti di asset management rivolta a investitori istituzionali e nel 2016 ha contribuito al conto economico consolidato di Intesa Sanpaolo per 34,5 milioni di euro in termini di utili di partecipazioni valutate al patrimonio netto.
Da notare che , secondo alcuni rumors, resterebbero da definire con i compratori gli impegni distributivi (come ad esempio la durata dei contratti) che, al momento, non sono stati resi pubblici.
Arriva così a conclusione l’asta che era iniziata lo scorso anno. In corsa per Allfunds, oltre all’accoppiata vincente, c’erano diversi grandi fondi di private equity: la società di investimenti cinese Legend Holdings, un consorzio composto da Bain Capital, Advent e Temasek, e un’altra coppia formata dal gruppo Permira e da Psp Investment. Per finalizzare l’operazione sarà necessario avere il via libera della Banca di Spagna, visto che la società ha quartier generale a Madrid.
Nel 2003 Sanpaolo Imi aveva acquistato il 50% della società portato poi in dote ai tempi della fusione con Intesa. Il gruppo spagnolo Santander, invece, possiede la propria partecipazione tramite la sua società di asset management, dove sono in minoranza i fondi Warburg Pincus e General Atlantic.
Nell’operazione di cessione, il gruppo Intesa Sanpaolo è stato assistito da BofA Merrill Lynch e Morgan Stanley in qualità di advisor finanziari e da Linklaters in qualità di consulente legale.

Carlo Festa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nelle stesse ore in cui i contagi da coronavirus nel Regno Unito, in Spagna e la Francia crescono a ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Superato lo scoglio di referendum ed elezioni regionali il governo prova a stringere sulla riprivati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In un contesto incertissimo per quanto riguarda le trattative tra Bruxelles e Londra su un futuro ac...

Oggi sulla stampa