Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa Sanpaolo sì degli analisti

Piazza Affari ha premiato Intesa Sanpaolo dopo la decisione, annunciata venerdì scorso a mercati chiusi, di rinunciare alle Generali. Il titolo di Ca’ del Sass è balzato del 5,49% a 2,19 euro. Di contro, la compagnia triestina ha perso terreno (-2,84% a 13,70 euro) con il venir meno dell’appeal speculativo.

Da parte delle case d’affari è stato un coro unanime di plauso all’approccio «trasparente e disciplinato» adottato dal management di Intesa nel valutare possibili opzioni strategiche. La banca, spiegano gli analisti di SocGen, «ha mostrato un approccio di gestione coerente e disciplinato, nonché di attenzione al valore dei propri azionisti». Stesse parole, «disciplina e trasparenza», sono state usate dagli esperti di Credit Suisse, secondo i quali il titolo («una delle azioni più attrattive nel Sud Europa») è destinato ad apprezzarsi dopo avere sottoperformato nelle ultime settimane. La decisione di archiviare il dossier Generali «è segno di una rigorosa disciplina di gestione per quanto riguarda l’m&a», sostiene inoltre Kepler Chevreux.

Viene quindi valutata positivamente la scelta di accrescere per via interna, anziché con grandi acquisizioni, la creazione e distribuzione di valore per gli azionisti. «Il venir meno del rischio m&a migliora la visibilità sul payout ratio e dovrebbe guidare un re-rating del titolo», sottolinea Morgan Stanley, per la quale Intesa è l’unico titolo in Italia valutato overweight. Gli analisti di Banca Akros, che si erano detti scettici sulla combinazione con Generali fin dall’inizio, si dicono «felici» che il progetto sia stata abbandonato e hanno rivisto al rialzo il rating da neutral a accumulate. «Incertezza rimossa» è inoltre il titolo del report di Bofa Merrill Lynch, che mantiene la raccomandazione buy.

Per Natixis l’istituto guidato dall’a.d. Carlo Messina «ha ora la capacità di migliorare il proprio modello di business e gli utili in maniera organica, grazie alle scelte strategiche proattive fatte nel passato». Infine, gli esperti di Citi evidenziano che la fiducia del mercato è stata ristabilita: «Se ci saranno in futuro possibilità di crescita esterna, il precedente di Generali, ossia non portare avanti un progetto che non corrisponda appieno ai paletti chiave posti dal management, dovrebbe fornire conforto».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa