Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa rimane in pole per le banche venete Anche Iccrea si sfila

Ultime rifiniture per salvare le ex popolari Vicenza e Veneto banca: il termine per presentare le offerte di acquisto, anche a pezzi e a valori simbolici (per il sostanziale contributo dello Stato), scade oggi. Finora non risultano pervenute offerte, ma Intesa Sanpaolo considera seriamente l’opzione. Iccrea invece si sarebbe consultata con Mediobanca per poi decidere di tirarsi fuori, perché in una fase delicata come il compimento della riforma delle Bcc, la holding che raccoglie le 162 banche cooperative, ritiene che il boccone delle venete sia troppo grande e complesso.
Gli altri operatori invitati da Rothschild (advisor del Tesoro) all’asta patentano freddezza: sia i francesi di Credit Agricole e di Bnl-Bnp Paribas, sia Unicredit, regista di una cordata pro-quota ma che si è sfilata (come Unipol) al naufragio di questa opzione. «Ci siamo detti disposti a partecipare a una soluzione proporzionale di grandissima parte delle banche italiane – ha detto il presidente di Unicredit, Giuseppe Vita -. Se adesso si torna ad una soluzione a due, non ci stiamo. Se poi altri trovano delle soluzioni migliori, ben vengano».
La soluzione “migliore” che il Tesoro tenta in queste ore prevede l’azzeramento del capitale delle banche venete e dei loro bond subordinati, una bad bank da 10 miliardi di sofferenze e la ricapitalizzazione da 3,5 miliardi pubblici dei tronconi in continuità costituita da crediti in bonis, rete di un migliaio di sportelli e 11mila dipendenti (visti calare ad almeno 7mila, con un contributo statale al fondo esuberi). Il Tesoro spera di chiudere nel fine settimana. Intanto, la commissaria al mercato Ue Margrethe Vestager pungola il governo perché si sbrighi: «Non sta a noi decidere quali misure dovrebbero prendere, sta alle autorità degli Stati. Il mio compito è assicurarci decisioni in linea con le regole, regole che comunque hanno una certa flessibilità».
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Leonardo Del Vecchio stila la lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Essilor Luxot...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Per capire la Ragioneria generale dello Stato bisogna aver visitato la sala di Via Venti Settembre d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Riflettori puntati sulla cessione della quota (il 62,50%) di Banca Profilo, oggi all’interno del p...

Oggi sulla stampa