Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Intesa al riassetto del risparmio

Intesa Sanpaolo apre i cantieri nell’area risparmio gestito e assicurazioni. Secondo quanto risulta al Sole24Ore, il gruppo guidato da Carlo Messina potrebbe ad esempio accorpare sotto un’unica regìa le strutture di Eurizon Capital e Fideuram Sgr. Un grande polo del wealth management in cui figure chiave sarebbero Tommaso Corcos, attuale amministratore delegato di Eurizon Capital, e Nicola Fioravanti, attualmente a capo della divisione insurance. Oggi si riunisce il cda di gruppo che farà tra l’altro il punto sul nuovo piano d’impresa, nell’ambito del quale dovrebbe porsi questo riassetto.
Questione di sinergie
Secondo più fonti, il piano seguirebbe la strada delle sinergie fra strutture. Da qui l’integrazione delle due Sgr, quelle di Eurizon Capital e di Fideuram: un’unica grande società di gestione (fabbrica prodotto) a supporto di consulenti finanziari e gestori. Una struttura che gestisce masse (dati Assogestioni di ottobre) per complessivi 396 miliardi di euro.
Altra sinergia dovrebbe avvenire nell’ambito assicurativo con l’integrazione di Intesa Vita e Fideuram Vita. Sullo sfondo, ma sul tema non ci sarebbe ancora una decisione, potrebbe ritornare il vecchio progetto della quotazione della rete di distribuzione Fideuram che può contare su circa 5mila consulenti finanziari. Un passo, però, legato all’andamento dei mercati e a ulteriori scelte strategiche.
Le caselle da riempire
Come detto, figura di spicco del nuovo polo di wealth management potrebbe arrivare Corcos, che ricopre attualmente anche la carica di presidente di Assogestioni, l’associazione italiana delle società di gestione.
Un passo in avanti lo farebbe anche l’attuale responsabile della divisione Insurance di IntesaSanpalo: Nicola Maria Fioravanti dovrebbe veder allargato il proprio perimetro ad almeno Intesa Vita e Fideuram Vita. Paolo Molesini, che ora ricopre la carica di amministratore delegato in Fideuram Intesa PB, in un secondo tempo diventerebbe presidente al posto di Matteo Colafrancesco, senza incarichi operativi.
Progetti nuovi e vecchi
All’attuale piano industriale di IntesaSanpaolo stanno lavorando i consulenti di McKinsey. Il nuovo progetto ricorda, alla lontana, quello di Mario Greco, amministratore delegato di Eurizon fino al 2007, anno in cui si dimise. Rispetto a 10 anni fa c’è però un fattore importante con cui tutti, non solo IntesaSanpaolo, dovranno fare i conti. Ovvero la Mifid2, la nuova direttiva finanziaria europea sui mercati finanziari che cambierà, e di molto, il rapporto fra gestori e distributori. Da qui la necessità di ottimizzare e rendere più efficienti le forze in campo.

Vitaliano D’Angerio
Lucilla Incorvati

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa