Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Informativa al cliente, obbligo stop

Mediaconciliazione al restyling. Soppressione dell'obbligo di informazione del cliente e soppressione della sanzione dell'annullamento del mandato. Quanto alle tariffe applicabili, interpretazione estensiva delle tabelle vigenti, previa la loro revisione, poiché l'attuale sistema di calcolo è rimasto inalterato dal 2004.

Nel corso dell'incontro di ieri tra il capo dell'ufficio legislativo del ministero della giustizia e il presidente del Consiglio nazionale forense, Guido Alpa, si sono approfonditi i temi oggetto della riunione con il ministro Alfano avvenuta il 10 maggio scorso: in particolare, spiega una nota Cnf, si sono esaminate le vie per poter apportare le opportune modifiche legislative e amministrative al sistema della mediazione, confermando l'obbligatorietà della assistenza tecnica in tutti i procedimenti di mediazione. A breve ci sarà l'approfondimento delle altre questioni prospettate nell'incontro con il ministro concernenti la obbligatorietà della mediazione, la competenza territoriale dei mediatori, i requisiti di imparzialità e indipendenza, il patrocinio a spese dello Stato nella mediazione. Si è anche affrontata la problematica del contenimento del contenzioso civile arretrato e della procedura partecipativa di negoziazione assistita dagli avvocati; «tutti temi», si legge nella nota, «che potrebbero rientrare in un decreto-legge la cui urgenza implicherà un serrato calendario di riunioni di studio e di progettazione». «L' Avvocatura, che costituzionalmente è partecipe della funzione di amministrazione della giustizia, proseguirà il suo confronto con il ministro della giustizia per migliorare la normativa vigente, rafforzare il sistema di difesa dei diritti dei cittadini, apportare il suo contributo allo sviluppo economico del Paese e difendere altresì il suo ruolo insopprimibile, con progetti coerenti e praticabili, senza accenti corporativi e con atteggiamento responsabile», ha commentato Alpa. Il Cnf ha già invitato a una riunione ad hoc i presidenti dei Consigli dell'Ordine (sabato 21 ) e i rappresentanti di Oua e Associazioni forensi (giovedì 19) proprio al fine di condividere con tutta l'avvocatura il percorso appena iniziato.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con un’accelerazione tipica delle fasi critiche il sistema bancario sta ridefinendo la sua nuova g...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Siamo poco in ritardo » nella stesura del Recovery Plan italiano. Il premier Giuseppe Conte ammet...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tre anni di pressoché continua crescita di dividendi globali andati in fumo in un colpo solo, in qu...

Oggi sulla stampa